Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, Bellomo out a Pagani: come Drago può farla diventare un’opportunità

Reggina, Bellomo out a Pagani: come Drago può farla diventare un’opportunità

Dei nove volti nuovi che il mercato di gennaio ha regalato alla Reggina, quello che, indubbiamente, ha dimostrato di essere davvero il valore aggiunto alla squadra è stato Nicola Bellomo.

Il talento barese si trova in Serie C per caso. Le qualità tecniche sono da calciatore di altra categoria e non a caso quando era giovane si immaginava potesse fare tutt’altra carriera. Tempo per riprendersi qualche treno perduto lo ha e chissà che la stazione giusta non sia proprio l’ambiziosa Reggina di Luca Gallo.

Oggi, però, ci si interroga quale debba essere la sua posizione. Drago lo considera un centrocampista e pertanto lo sta schierando da mediano (che diventa trequartista in fase di possesso), rinunciando ad un incontrista.

Gli amaranto, in mezzo, sono andati spesso in sofferenza e a Pagani, seppur con una squadra più debole, c’è l’opportunità di provare una squadra senza Bellomo, squalificato. Non perché sia giusto rinunciare a lui, ma almeno l’occasione può essere quella giusta per valutare l’opportunità di rafforzare il centrocampo e immaginando un ritorno in campo di Bellomo nei tre uomini offensivi. Magari a sinistra, posizione dalla quale dimostra di fare cose egregie come l’assist regalato a Baclet per il gol di Doumbia contro il Catanzaro o la stessa rete segnata contro il Rende.

Considerato poi il suo piede sontuoso avvicinarlo alla porta, per una squadra che segna poco, potrebbe essere persino terapeutico.

Nel frattempo Pagani diventa l’occasione giusta per provare una linea mediana più robusta che magari abbia mezzali in grado di aiutare i terzini. Giocatori come Marino, Salandria, Zibert, veloci o dinamici, si ha la sensazione che siano imprescindibili. Fino al momento Drago, spesso e volentieri, non è stato di questo avviso.