Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina: Baclet ci sono le sensazioni e poi i numeri che dicono altro

Reggina: Baclet ci sono le sensazioni e poi i numeri che dicono altro

Allen Baclet, nel mercato di gennaio, è stato inseguito a lungo da Massimo Taibi. Lo aveva cercato anche in estate, ma è servita la disponibilità di Luca Gallo per potere strapparlo al Cosenza.

La Reggina ha regalato un classe ’86 un ricco triennale e ha persino pagato il cartellino al Cosenza.

Dati che responsabilizzano il calciatore che, al momento, non ha convinto in pieno alcuni pareri.

In sette presenze (sei più uno spezzone), al momento, però ha realizzato due reti (a Monopoli e a Siracusa), regalato due assist (gol di Doumbia con il Catanzaro e Bellomo contro il Rende, con una gran giocata).

L’efficacia della sua presenza in campo vale al momento quasi un gol ogni due partite, dato che in un campionato in cui si segna poco come la Serie C sottolinea la sua incidenza nella produttività offensiva di una squadra, come quella amaranto, che, in questo momento,  fa ancora peggio nelle statistiche delle realizzazioni (solo 3 reti nelle ultime cinque partite).

Vietato abbassare la guardia, perché si poteva fare meglio considerato il rigore fallito contro il Potenza e l’occasione mancata contro il Catanzaro, per non parlare del maldestro retropassaggio che ha innescato il gol che è valso la sconfitta a Castellammare di Stabia.

Tuttavia, soprattutto per gli attaccanti, a fare la differenza sono i numeri.