Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina a valanga sul giovane Matera, la marcia amaranto prosegue

Reggina a valanga sul giovane Matera, la marcia amaranto prosegue

di Pasquale De Marte – La Reggina prosegue la sua marcia ed ottiene la quinta vittoria nelle ultime sei partite.  Gli amaranto violano il Franco Salerno di Cevoli, approfittando dello sciopero dei giocatori di casa e avendo meglio, non senza difficoltà, dei volenterosi ragazzi della Berretti lucana.

Tre punti importanti che diventano il miglior modo di approcciarsi ai giorni in cui, con buona probabilità, si andrà a definire il passaggio di consegne tra la famiglia Praticò e la nuova proprietà, chiamata a diradare in maniera decisiva le nubi che avevano avvolto il futuro degli amaranto giunti ad un passo dal baratro.

Matera-Reggina: esisto scontato

Inutile soffermarsi troppo sui contenuti tecnico-tattici della gara.  La stessa chiave di lettura sembra esser stata utilizzata da Roberto Cevoli che, in avvio di partita, sceglie di fare un robusto turn-over, inserendo tanti calciatori utilizzati poco  o nulla fino al momento, preservando tanti titolari in vista della gara del 30 contro il Trapani.

E che i meccanismi tra chi è andato in campo non siano ben oliati lo si capisce da una manovra piuttosto blanda, priva di spunti particolari, che fa fare un figurone alla fase difensiva dei giovanissimi del Matera.

Servono, infatti, trentacinque minuti perchè la Reggina trovi la via della rete.  L’assist è di Sandomenico, mentre a ricevere il suggerimento in profondità è Ungaro che si incunea in area e porta avanti i suoi.

Matera-Reggina: la firma del reggino

Le scelte conservative di Roberto Cevoli trovano attuazione anche nel triplo cambio dell’intervallo: fuori Seminara, Sandomenico e Tassi, dentro Franchini, Tulissi e Viola.

Proprio l’attaccante di Taurianova, dopo quattro minuti dal suo ingresso in campo e nel giorno del suo ventottesimo gol in campionato, firma il 2-0, in due tempi, dopo una prima opposizione del portiere in una conclusione sotto misura.

Il doppio vantaggio accresce la sensazione che si stia praticamente assistendo ad una partita infrasettimanale, in cui la Reggina non ha alcun interesse a far crescere il ritmo  e il Matera ha come unico obiettivo quello di limitare, giustamente, i danni.

Al 65′, però, Alessio Viola riceve un ottimo traversone di Ciavattini, bravo a sfondare a destra, e praticamente sulla linea di porta deve solo spingere il pallone in rete.

All’82’ tocca, invece, a Bonetto farsi trovare pronto, liberissimo, sul secondo palo e tramutare un corner in un destro al volo vincente.

Al 91′, invece, Tulissi chiude una combinazione con Viola con il gol del 5-0, mentre al 93′ Mastrippolito firma la sesta rete in tap in dopo un primo tentativo di Kirwan deviato dal portiere.