Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina: il Granillo porta bene, Paganese ko

Reggina: il Granillo porta bene, Paganese ko

di Pasquale De Marte –  La Reggina ritrova il Granillo dopo quattro giornate in campo neutro per l’indisponibilità del suo stadio ed anche la vittoria.   La terza in stagione, fa due su due nello storico impianto di Viale Galilei.

Gli uomini di Cevoli si prendono i tre punti, dopo una partita in cui non hanno certo brillato. Contro un avversario che ha badato principalmente a difendersi e visibilmente inferiore sotto il profilo tecnico, non hanno mai trovato una chiave ad una gara che ha palesato nette difficoltà sul piano del gioco e ad una quadratura che sotto il profilo della proposizione offensiva non è ancora stata trovata.

Ne è venuta fuori una partita tipica della bassissima Serie C, risolta da un episodio: un gol in mischia su calcio piazzato.   La Reggina se vuole restare lontano dai bassifondi della graduatoria dovrà lavorare e molto, farlo dopo una vittoria è sicuramente cosa più facile.

Reggina-Paganese: primo tempo amaranto deludente

Reggina-Paganese si apre con la novità tattica amaranto che si schiera con il 4-2-3-1. A Cevoli si chiedeva di cambiare qualcosa, in una formazione che aveva l’obbligo di fare qualcosa in più dopo l’opaca prestazione  di Rende e il tecnico risponde con sostanziose novità.

Messo, momentaneamente, in archivio il 4-3-3, gli amaranto si schierano con il doppio mediano (Zibert e Petermann) e un trio di trequartisti a supporto di Viola (alla prima da titolare).

L’obiettivo non raggiunto nella prima frazione è quello di cingere d’assedio asserragliata nella propria area di rigore, ma il fraseggio è troppo lento e non sembrano esserci idee risolutive.  Non si trovano varchi, non si riescono ad innescare gli esterni.   A lungo non convince l’idea di schierare Tassi a destra, considerato che un centravanti reduce da una doppietta forse sarebbe stato meglio avvicinarlo alla porta.

L’unico che sembra poter dare qualcosa è Sandomenico, ma raramente i registi trovano la lucidità per lanciarlo a sinistra.  E’ suo il primo vero tentativo amaranto dopo neanche cinque minuti di gioco, con la sua tipica giocata: prende palla defilato a sinistra e rientra verso il vertice dell’area di rigore, da cui scarica un destro che va vicino al primo palo.

La partita viene narcotizzata da una Paganese attenta e per nulla messa in difficoltà dalla sterile supremazia della Reggina che rischia anche di capitolare.   Calcio di punizione dalla trequarti, torre di Diop che si smarca da Conson e colpo di testa a botta sicura di Cesaretti: Licastro prodigioso.

Sul finire della prima frazione Zibert riesce finalmente a lanciare Sandomenico che scappa all’ex Tazza e, a tu per tu con il portiere Galli, trova l’opposizione del portiere campano.

Reggina-Paganese: la sblocca Conson

Che qualcosa non vada sotto il profilo tattico è evidente e Cevoli riporta la squadra al 4-3-3 già nell’ultima fase dei primi quarantacinque minuti.  Il guadagno sotto il profilo dell’incisività non si vede per almeno mezz’ora della ripresa.   Alcuni cambi del tecnico compresa la scelta di rinunciare ad un vero centravanti sostituendo Viola e Tassi con Tulissi ed Emmausso fanno storcere un po’ il naso, ma c’è un episodio che scuote il match.

Il portiere Galli è chiamato ad un miracolo da un colpo di testa ravvicinato di Conson, da quel momento in avanti gli amaranto cominciano a spingere con la convinzione che mai avevano avuto. Ci prova Marino dai venticinque metri, l’insidiosa conclusione viene deviata sul palo dall’estremo difensore campano.

Poco dopo sugli sviluppi di un corner Conson risolve una mischia e fa 1-0. E’ il 78′ e da quel momento in avanti gli amaranto hanno l’unico torto di non chiuedere in anticipo con la contesa con le tante occasioni avute in ripartenza.

Finirà 1-0, nonostante qualche brivido finale.

REGGINA – PAGANESE 1-0
Marcatori: 78’ Conson

REGGINA: Licastro, Kirwan, Conson, Solini, Zivkow, Petermann (68’ Franchini), Zibert, Marino, Tassi (58’ Emmausso), Sandomenico, Viola (58’ Tulissi) All. Cevoli
PAGANESE: Galli, Tazza, Diop, Piana, Della Corte, Nacci. Fornito (84’ Longo), Gaeta (66’ Gori), Scarpa, Parigi (84’ Alberto) , Cesaretti All. Fusco
Arbitro: Saia (Palermo) Assistenti: Cortese (Palermo), Poma (Trapani)
Ammoniti: Seminara, Gori
Recupero: 1’pt, 3’st