Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Rende – Reggina: la strana partita dell’Avvocato

Rende – Reggina: la strana partita dell’Avvocato

“A Cosenza mi chiamano reggitanu i m…”.  In una delle sue colorite conferenze stampa, Franco Gagliardi non faceva mistero del fatto che, ormai, nella sua città natale lo considerino un reggino.

Non se ne vergogna, anzi lo dice a gran voce e con orgoglio.  Venti e oltre anni a far parte di una storia non si cancellano.

L’amaranto è diventato il colore della sua vita: come osservatore, come allenatore e come ogni cosa che lo ha legato a Reggio Calabria.

L’Avvocato ha portato a Reggio alcuni tra i più grandi talenti che il calcio calabrese abbia mai conosciuto.

Da allenatore in molti ricorderanno quelle clamorose quattro vittorie consecutive che valsero la salvezza in Serie B nel 1996.

Oggi è il responsabile dello scouting del Rende, Coscarella, come Foti, è stato ribatezzato da Gagliardi “Il mio presidente”.

Lunedì però si gioca, per lui, la sfida più difficile.

Quella contro la sua Reggina.