Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, ancora ferma: il campionato inizia a dire qualcosa

Reggina, ancora ferma: il campionato inizia a dire qualcosa

Due partite da recuperare su cui ne ha giocate più degli altri, ma saranno due trasferte proibitive: a Viterbo ed a Catanzaro.

La Reggina dopo aver guardato da spettatrice il quinto turno del campionato tira le somme e analizza il fatto che la prossima gara contro il Siracusa dovrà necessariamente portare un risultato positivo per evitare che, al sesto turno, la classifica possa già farsi complicata.

La sesta gioranta ha raccontato che oggi il Trapani può essere considerato una realtà di campionato, considerato dopo aver vinto le prime quattro è andato a Monopoli e ha portato a casa uno 0-0 che dà continuità sul campo di un avversario, non di primissimo piano, ma insidioso.

Il Catania, invece, con grande cinismo supera la Vibonese, una vittoria davanti a diecimila persone ottenuta senza strafare e che certifica le qualità dell’organico a disposizione di Sottil che dovrà scalare la graduatoria giocando tutte le partite da recuperare. I fatti, per il momento, parlano di due vittorie su due.

A punteggio pieno, invece, c’è la Juve Stabia di Fabio Caserta che ha fatto en-plein centrando la sua quarta vittoria in quattro partite piegando il Rende di Ciccio Modesto. Prove di continuità per la corazzata Casertana che supera la Virtus Francavilla a domicilio e potrebbe aver iniziato ad intraprendere il percorso che la vuole tra le primissime, dopo un avvio complicato

Si dividono la posta, invece, Potenza e Paganese. Il Bisceglie continua a sorprendere battendo il Matera e collocandosi in una lusinghiera posizione in classifica, frutto di due vittorie ed un pareggio, segno che le difficoltà societarie sono alle spalle e i pugliesi sono molto meno abbordabili di quanto non si pensasse.