Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, niente nuova fideiussione: incubo maxi-penalizzazione, la società farà ricorso

Reggina, niente nuova fideiussione: incubo maxi-penalizzazione, la società farà ricorso

La Reggina non è riuscita ad ottenere una nuova fideiussione.   Quella Finworld non è stata ritenuta non valida ai fini dell’iscrizione al campionato dopo la revoca dell’autorizzazione di emissione alla società in questione.

La Lega Pro aveva dato il 28 settembre come termine ultimo per presentarne una nuova da trecentocinquantamila euro, ma evidentemente la società amaranto non ha trovato terreno fertile in enti bancari e creditizi o almeno non in tempi utili.

La società ha chiesto una proroga, ottenendo una risposta negativa dalla Lega Pro.

La strada sarà quella di fare ricorso, considerato che, di fatto, la Reggina, al momento opportuno, aveva presentato tutti gli incartamenti necessari all’iscrizione in maniera valida, salvo poi sentirsi dire che ciò che andava bene entro i termini, dopo non andava più bene.

Probabile che si scelga comunque  di percorrere questo questo binario che, di fatto, permetterebbe di annullare qualsiasi handicap in classifica trovando ragione negli organi di giustizia sportivi.