Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina: l’intervallo della gara con il Bisceglie ha detto qualcosa di importante

Reggina: l’intervallo della gara con il Bisceglie ha detto qualcosa di importante

Reggina – Bisceglie rappresenta l’occasione in cui gli amaranto hanno centrato i primi tre punti.  Davanti c’era un avversario di caratura inferiore, ma per superarli è stato necessario avere pazienza, subire nel momento opportuno e piazzare il colpo del ko con una doppia giocata targata Petermann – Sandomenico.

Tuttavia, è arrivato l’intervallo con il punteggio di 0-0.   Lo scorso anno, in occasioni di questo genere, si guardava in panchina e si notava come la precedente guida tecnica non potesse contare su grandi risorse in panchina.  L’organico di “giocatori importanti” era ridotto all’osso e tra i subentranti in pochi potevano cambiare l’inerzia delle partite.

Non a caso la squadra amaranto è stata  quella che, al netto del derelitto Akragas, non riusciva mai a trovare gol con chi subentrava.

Contro il Bisceglie dando un’occhiata alla panchina amaranto ci si accorgeva che si trovavano Zibert, Marino, Emmausso, Bonetto ed Ungaro solo per citarni alcuni.

Consierando che, fuori per infortunio, ci sono altri profili di spessore come Zivkov e Alessio Viola ci si accorge che Roberto Cevoli ha davvero una rosa ampia dove, pur mancando i top player assoluti per la categoria, con una buona rotazione si possono ottenere ottimi risultati.

Una risorsa ed una responsabilità in più per il tecnico.