Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, Zivkov: quello che si può solo avere e ciò che, invece, si può imparare

Reggina, Zivkov: quello che si può solo avere e ciò che, invece, si può imparare

In occasione delle prime partite ufficiali della Reggina in molti si saranno accorti del mancino di Zivkov.

Un sinistro da terzino di altra categoria.  Una risorsa importante che la squadra potrà sfruttare per mandare in gol gli attaccanti, a cui si aggiunge un’ottima capacità di leggere le situazioni quando c’è da sovrapporsi all’esterno alto.

D’altra parte se il Padova lo aveva scelto nella passata stagione per far parte di una corazzata, pur non essendo protagonista, più di un motivo doveva esserci.

La sensazione è che, sotto il profilo difensivo, debba migliorare. Un lavoro che dovrà essere portato avanti con Cevoli ed il suo staff.

C’è, però, un dato di fatto: il sinistro di Zivkov è una dote naturale che il serbo ha e non avrebbe mai potuto apprendere,  l’atteggiamento difensivo rappresenta, invece, un aspetto su cui si potrà lavorare.