Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina: per Taibi stesso budget, ma rispetto a un anno fa ci sono dati di fatto diversi: il confronto

Reggina: per Taibi stesso budget, ma rispetto a un anno fa ci sono dati di fatto diversi: il confronto

Massimo Taibi, in occasione della sua ultima conferenza stampa, ha avuto modo di sottolineare come il budget della società sia lo stesso della passata stagione.

In attesa di capire quale sarà il risultato della prossima stagione, ci si può fermare a dei giudizi su quella che era la composizione dell’undici tipo un anno fa e quello che, almeno in teoria, sarebbe quello attuale.

Per riferimento si prenderà il derby con il Catanzaro della seconda giornata dell’anno passato, mentre per questa stagione si proverà ad abbozzarne una ipotetica, senza tenere conto di Zibert e Solini che, a quanto pare, sono arrivati in extra budget.

Da un parte in porta c’è Confente, dall’altra Cucchietti. Si tratta di due esordienti, a Reggio si augurano che il primo emuli il secondo.

Difesa a quattro per entrambe le formazioni: in difesa a destra Kirwan in questa stagione, Pasqualoni un anno fa. Il primo decimo col Mestre, l’altro salvo ai play out con il Catanzaro la stagione precedente. A sinistra, invece, c’è Zivkov (promosso col Padova, seppur giocando poco), prima c’era Porcino (Adattato in quella posizione e tredicesimo con la Reggina). Coppia di centrali composta, oggi, da Conson (secondo con la Sambenedettese) e Redolfi (quarto con la Juve Stabia), prima c’erano Di Filippo (settimo con la Sambenedettese) e Gatti (esordiente).

Centrocampo sempre a tre un anno fa: Marino (Esordiente), Mezavilla (Secondo in Lega Pro) e De Francesco (salvo da tredicesimo con la Reggina). Centrocampo a tre anche in questa stagione con Salandria (quinto al netto delle penalizzazioni con il Matera), Petermann (nono con la Sicula Leonzio) e Marino (sempre lo stesso della passata stagione, ma non più esperienza e consapevolezza).

Tulissi (Esordiente) , Sciamanna (reduce da campionato in D con la Correggese) e Bianchimano (tre gol in C ed una stagione da profesisonista con la Reggina) componevano il terzetto offensivo che oggi proporrebbe, invece, lo stesso Tulissi (non più esordiente), Maritato e Sandomenico (top player per la categoria).

E non bisogna dimenticare le alternative che l’anno scorso non c’erano. In attesa di capire quali saranno le prestazioni sul campo, a livello di curriculum  la rosa sembra essere di una spanna (probabilmente due) superiore a quella della passata stagione.

Fa riflettere il fatto che, a quanto pare, il budget sia lo stesso e ci siano molti meno esordienti.