Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina: occhio ad una gioventù che può presentare il conto

Reggina: occhio ad una gioventù che può presentare il conto

Prendere un gol da centrocampo è una beffa. E’ capitato a portieri blasonati, può accadere anche ad un ragazzo di vent’anni.

Alessandro Confente, dopo la prestazione di Siracusa, ha riscosso qualche critica da parte di stampa e tifosi.  Nelle prime due partite da professionista della sua vita ha mostrato qualche incertezza soprattutto nelle scelte, ma era fisiologico che potesse essere così.

Taibi ha già detto di stare totalmente dalla sua parte e di credere nelle sue qualità e così deve essere.

Responsabilizzarlo troppo o fargli notare che, per il momento, si poteva fare meglio sarebbe l’inizio della fine. Solo il lavoro con il preparatore Stefano Pergolizzi lo aiuterà a smussare qualche difetto di un talento che qualche mese fa gli è valsa l’attenzione di Manchester United e Juventus.

Il Chievo ha chiesto otto milioni per cederlo.  Cucchietti, lo scorso anno, non iniziò benissimo, soprattutto nel precampionato, poi fece una stagione straordinaria, pur non avendo le stesse credenziali dell’attuale numero uno reggino, molto più quotato a livello nazionale.

In casa amaranto si augurano che la storia possa ripetersi..  L’imperativo è sostenerlo, per evitare che le pressioni possano rappresentare un fattore in grado di indurre la gioventù a presentare il conto dell’inesperienza.