Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, Taibi svela le ultime strategie e avverte: ‘Cinque-sei squadre meglio di noi sulla carta’

Reggina, Taibi svela le ultime strategie e avverte: ‘Cinque-sei squadre meglio di noi sulla carta’

Massimo Taibi torna a parlare e lo fa attraverso la trasmissione Tutti Figli di Pianca, in onda su Radio Touring 104.

Parole importanti quelle del direttore sportivo amaranto che, a tre giorni dalla chiusura del calciomercato, parla chiaro: ‘Non faremo necessariamente qualcosa. Se c’è la possibilità di prendere qualcosa che possa migliorare la qualità della rosa non ci tireremo indietro. Un nostro grande obiettivo era Sandomenico e lo abbiamo centrato”.

Niente follie, dunque, anche perché in una squadra dal livello di stipendi piuttosto omogeneo non c’è neanche voglia di “spaccare lo spogliatoio”.

Fino a qualche giorno fa c’erano Sciamanna e Mezavilla in uscita: ‘Jacopo pur non essendo in partenza un bomber di prima fascia lo avremmo tenuto volentieri. Ci ha chiesto di essere ceduto e noi non teniamo nessuno a Reggio contro voglia. Adriano è un giocatore che non ci dà fastidio, è un bravo ragazzo e un buon giocatore. Dovesse restare ci tornerà utile”.

Amato, invece, è destinato ad uscire: ‘Giocare in prestito un anno in una categoria inferiore gli farà bene. Tornare a Reggio  con trenta partite giocate farà si che tornerà più forte”.

E poi sulla squadra e sugli obiettivi: ‘Abbiamo provato a dare a Cevoli una squadra che dia le giuste garanzie. Il mister quando ha detto che siamo da primo posti ha preso coscienza proprio di questo. Ma non partiamo per vincere il campionato.  Ci sono squadre che hanno speso tanto ed hanno acquistato ottimi calciatori.  Il Catanzaro, ad esempio, ha le carte in regola per ammazzare il campionato, per non parlare del Catania.  Poi ci sono altri come Casertana, Juve Stabia e Viterbese che fanno parte di un gruppo di cinque-sei squadre che hanno un budget superiore al nostro”.