Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, Alessio Viola: anche per lui, ora o mai più

Reggina, Alessio Viola: anche per lui, ora o mai più

Pochi giorni fa il discorso era stato fatto per Tiziano Tulissi (leggi qui).   Seppur con contenuti leggermente diversi si può dire che, anche per Alessio Viola, l’ipotesi quasi certa di un ritorno alla Reggina rappresenta il primo passo di una stagione decisiva.

Abbandonata l’idea di diventare un giocatore di alto livello nazionale, a 28 anni sa che quello che parte da casa sua e dalla maglia amaranto potrebbe essere l’ultimo treno buono per valorizzare una carriera in cui ha raccolto meno di quanto avrebbe potuto per le qualità possedute.

Non sempre per sue responsabilità, a volte per scelte sbagliate  e anche per qualche infortunio di troppo.  La gente gli vuole bene, sa che è un tifoso in campo e che si ridurrà lo stipendio per vestirsi d’amaranto.

Questo è il treno che può portarlo a diventare una bandiera della Reggina, uno di quei giocatori che può diventare simbolo di un’agognata rinascita da conquistare negli anni.

Lo aspetta un allenatore che ha già saputo valorizzarlo come Roberto Cevoli.  Sullo Stretto sembra esserci un po’ più d’ottimismo e l’aria può essere quella giusta per il riscatto e per il rilancio.

Non resta che attendere.