Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, l’intrigo Viola – Sparacello e le possibili sorprese tra partenze ed arrivi in attacco

Reggina, l’intrigo Viola – Sparacello e le possibili sorprese tra partenze ed arrivi in attacco

La Reggina sa che per galleggiare in Serie C basta una buona difesa.  Magari la stessa che, pur senza grandi interpreti, è risultata ermetica nella seconda parte di stagione, grazie ad un gioco che definire abbottonato è un eufemismo.

Per stare in alto, invece, devi fare gol e avere tanti interpreti.   Proprio per questo Massimo Taibi sta provando a creare un attacco di buon livello.

Lo scambio

Le ultime notizie di mercato raccontano che lo scambio Viola – Sparacello è decollato, quasi in maniera inaspettata. E’ presto per dire che si è ai dettagli, ma proprio nel momento in cui sembrava finire nel dimenticatoio è tornato prepotentemente attuale.    La Virtus Francavilla sa che Viola vuole tornare a Reggio Calabria.  Non ha intenzione di farne un fulcro del proprio progetto e questo lo renderebbe un peso alla luce del robusto stipendio percepito dall’attaccante di Taurianova.   Mettere in rosa Sparacello garantirebbe, probabilmente, un risparmio sotto il profilo delle uscite, oltre che una soluzione di diverso tipo nelle caratteristiche.  Viola, per la Reggina, ha già detto che si ridurrebbe il salario.  Gli amaranto hanno già pronto per lui un contratto di durata biennale con opzione per il terzo. A ventotto anni tornerebbe a casa per restarci.

La composizione e le sorprese

La Reggina  attualmente sembra avere una prima linea ben assortita.    Maritato e Sciamanna sono i centravanti, mentre sugli esterni ci sono Tulissi, Emmausso ed  Ungaro.     Senza tener conto del possibile avvicenamento Sparacello – Viola,  ci sono altri due innesti che la Reggina vuole fare.

Uno è un esterno importante per la categoria.  Ieri è arrivata in auge la voce che gli amaranto sarebbero interessati a Lunetta, ma è sempre Sandomenico della Juve Stabia ad essere in pole.     Ci sono, però, indizi che portano ad un’altra situazione, quella che vuole la Reggina determinata a portare sullo Stretto un centravanti fisico da doppia cifra abbondante.   Uno alla Montini tanto per dare un esempio, sebbene l’ex Bari, al momento, abbia fatto una richiesta troppo elevata.  La cosa che si nota è che i giocatori diventerebbero tropi, ragion per cui non ci sarebbe da meravigliarsi qualora si cedesse alle avance di altre squadre per Sciamanna.  E’ considerato un giocatore importante, ma potrebbe essere poco adatto a giocare da punta centrale nel 4-3-3 e ormai, forse, non si sente più un esterno.  Per quest’ultima situazione ci sarà comunque da aspettare agosto inoltrato.  Al momento questa, però, è solo un’ipotesi giornalistica.