Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, due corazzieri per Cevoli: i centrali sulla lista di Taibi

Reggina, due corazzieri per Cevoli: i centrali sulla lista di Taibi

La Reggina dovrà contattare cento calciatori per tesserarne venti.  O almeno questo è l’orizzonte tracciato da Massimo Taibi in virtù di un lavoro sensibilmente gravoso per ricostruire una rosa con pochissimi tesserati.

Sembrava fatta per il ritorno di Giorgio Gianola, ma alla fine non se n’è fatto nulla nonostante un biennale proposto all’ex difensore della Sicula Leonzio. Qualche titubanza di troppo ha fatto saltare tutto, compresa quella di voler riavvicinarsi a casa del diretto interessato.  Gli amaranto, però, continuano ad essere molto attivi e puntano a chiudere altre trattative per la retroguardia, dopo aver quasi completato l’attacco.

Il reparto avanzato si compone, attualmente, di Sciamanna, Maritato e di altri due giocatori vicini alla firma: Lorusso dal Trastevere (via Parma) e Zecca dal Sassuolo.   Più avanti potrebbe arrivare un altro under e forse un altro esperto.

Il focus si è spostato sui centrali difensivi: almeno quelli titolari in partenza. Taibi li vuole ben assortiti, con discreta esperienza, capacità di impostare dalla difesa e forti fisicamente.

Due corazzieri per la difesa

La Reggina da tempo ha messo sotto osservazione il profilo di Filippo Carini.  E’ reduce da una buona stagione con la Paganese e ha già detto “Si”.     190  cm di altezza, ha una qualità molto gradita nei centrali: è mancino.

Nella probabile retroguardia a quattro di Cevoli avere due stopper complementari sotto il profilo del piede preferito potrebbe rappresentare un dato importante.

L’altro nome, invece, lo fa la Gazzetta dello Sport.  Ed è quello di Nebil Caidi.  Il difensore, nativo di Ravenna,  è un classe 1988 di 196 cm.  Da sei stagioni gioca nel Teramo.

Reggina: gli under altrove

Il disegno, tra l’altro, sembra ormai chiaro.   Gli under del gruppo, almeno nelle idee della formazione titolare, non saranno al centro della difesa. Al cuore del reparto difensivo la Reggina vuole dare esperienza, mentre i giovani dovrebbero finire sull’esterno del pacchetto arretrato, senza dimenticare il portiere.