Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina: per il terzo anno consecutivo lo stesso proposito iniziale, cambierà anche stavolta?

Reggina: per il terzo anno consecutivo lo stesso proposito iniziale, cambierà anche stavolta?

Giugno è iniziato e almeno, a livello teorico, si è ancora nella stagione 2017-2018.  Stando ai regolamenti calcistici bisognerà aspettare il prossimo 1 luglio per dire di essere ufficialmente in quella 2018-2019, ma sarebbe stucchevole affermare che, dalle parti di Via Petrara, non si sia iniziato a lavorare per il futuro da oltre un mese.

Il fulcro del progetto si chiama Roberto Cevoli ed è un allenatore che è reduce da un ottimo campionato con il Renate.

La Reggina, per il terzo anno consecutivo, si affaccerà all’inizio della stagione con un allenatore che gioca con quattro difensori, tre centrocampisti e tre uomini offensivi.

4-3-3 per Zeman, 4-3-1-2 per Maurizi e probabile 4-3-3 per l’allenatore sammarinese.

Nelle due stagioni precedenti è accaduto che nella seconda fase della stagione si sia scelto di abbandonare la difesa a quattro e i propositi di bel gioco, preferendo un robusto 5-3-2 e affidandosi a un gioco meno corale per la manovra offensiva.

Cevoli è un allenatore che, in carriera, ha già fatto il 3-5-2 ed eventualmente non sarebbe una novità, sebbene negli ultimi tempi si sia specializzato nel 4-3-3.

Nei due casi precedenti il ritorno a uno schieramento più prudente era dovuto alla necessità di punti che era sopraggiunta per la mancanza di risultati.

Cevoli probabilmente si augura di dover continuare sulla stessa linea per tutta la stagione.