Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina: maggio è finito, ecco cosa attendersi a giugno

Reggina: maggio è finito, ecco cosa attendersi a giugno

Ultimo giorno di maggio che lascia in eredità all’universo amaranto la consapevolezza che si è iniziato con largo anticipo a programmare la prossima stagione..

Il direttore sportivo Taibi ha avuto modo di esplorare a tuttotondo quelle che potrebbero essere le soluzioni di calciomercato.

Giugno sarà il mese in cui arriveranno le prime ufficializzazioni e rappresenterà anche un momento in cui si capirà se tutto il fuoco del quinto mese dell’anno darà arrosto o fumo.

E’ innegabile che si stiano stati intrapresi centinaia di contatti.  Una precisa volontà di società e dirigenza di far capire ai piani alti del calcio italiano che la Reggina, pur con poche risorse, è determinata a ritrovare una certa dimensione, proponendosi come ambiente sano da proporre alle grandi per  far crescere i propri giovani.

E’ da loro che si avrà la base del progetto, a cui necessariamente dovranno aggiungersi over di spessore.

Sarà determinante non sbagliare le certe e mettere chi arriverà nelle condizioni di esprimersi al meglio possibile.

Difficile dimenticare che tipo di giocatore sia stato Mezavilla per una parte della scorsa stagione e quale fosse diventato nel rush finale.

Giugno sarà il mese decisivo per capire che tipo di giocatori abbracceranno il progetto amaranto.

Per il momento si sa solo che gli amaranto hanno scelto di puntare su un allenatore reduce da un settimo posto.

Traguardo, per il momento, più che augurabile.