Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina: alla fine l’asse potrebbe davvero essere con il Parma e i motivi sono diversi

Reggina: alla fine l’asse potrebbe davvero essere con il Parma e i motivi sono diversi

Le società che, come la Reggina, sono costrette a dover fare i conti con la necessità di portare avanti il calcio in maniera sostenibile devono far leva un aspetto: i rapporti con le grandi di Serie A.

I tifosi amaranto in questi anni hanno imparato una cosa:  prendere un giovane (quest’anno dal 1996 in poi) proveniente dalla Serie A equivale ad avere un tesserato a cui non si paga lo stipendio (a fine stagione il premio di valorizzazione copre almeno il salario annuale)  e che, se impiegato, produce fatturato (quello derivante dal minutaggio).

Diventa fondamentale, come già fatto da Basile e Martino, provare ad assicurarsene tanti cercando di prendere i migliori.

L’eventuale introduzione delle squadre B rischia di mettere i bastoni tra le ruote a chi, ad esempio, intenda andare a bussare alla porta di Juventus, Napoli, Roma, Inter e Milan.

Ecco, perchè la Reggina potrebbe trarre vantaggio dall’aver iniziato a pensare ad una corsia preferenziale con il Parma che difficilmente avrebbe possibilità di vincere il bando per istituire una seconda squadra in terza serie.

I ducali hanno risalito la china immediatamente: falliti nello stesso anno della non iscrizione della Reggina, sono ripartiti dalla D e sono già in A

Tra l’altro questo, nel tempo, ha lasciato in eredità una serie di calciatori in esubero che, di volta in volta, venivano presi e diventavano inadeguati al livello superiore che veniva raggiunto con le promozioni.

E l’opera di scouting messa in piedi dal ds Faggiano continua comunque a provare ad assicurarsi i migliori giovani e prospetti delle serie inferiori

C’è davvero la sensazione che possa essere messo in piedi un asse da cui potrebbero trarre beneficio entrambi.   E i nomi che potrebbero arrivare a Reggio sono potenzialmente tanti e tutti validi.

Il centravanti Facundo Lescano (’96) reduce dalla stagione con la Sicula Leonzio, il mediano Simonetti (’96) titolarissimo al Renate con Cevoli, il terzino sinistro Ramos (’96) l’anno scorso al Cosenza o il portiere lettone Zommers (’97) come dodicesimo sembrano i profili più probabili.

L’attaccante Lorusso, invece, è ancora di proprietà del Trastevere con cui ha realizzato 22 gol (la società due giorni fa ha smentito che sia già del Parma) potrebbe essere un’operazione da fare insieme.