Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina: si va verso metà maggio e la certezza è ancora una volta la stessa

Reggina: si va verso metà maggio e la certezza è ancora una volta la stessa

La Reggina viaggia verso la terza estate con a capo la famiglia Praticò.   Non volendo considerare la prima, quella della fondazione, il riferimento va a quella che ha portato all’ottenimento del ripescaggio tra i professionisti e poi quella caratterizzata dall’avvento sullo stretto di Maurizi e Basile.

In entrambi i casi si immaginava  potesse essere all’inizio di un progetto a lungo termine che potesse, nel tempo, riporre la Reggina ad alti livelli nel campionato di terza serie.

Oggi, invece, ancora una volta ci sta per tuffare in una “bella stagione” che porterà una vera e propria rivoluzione all’interno dell’organico.

Una conseguenza quasi fisiologica quando si cambiano i vertici: dal direttore sportivo all’allenatore.

Oggi si continua a dire che dovrà esserci un incontro tra Massimo Taibi ed Agenore Maurizi, ma c’è più di un indizio racconta che probabilmente servirà soltanto per stringersi la mano e augurarsi vicendevolmente buona forte.

Si, perchè l’unica certezza è che anche quest’anno  chi si occuperà della gestione tecnica sarà chiamato, oltre a scegliere l’allenatore, a portare sullo Stretto una ventina di giocatori.

L’impresa sarà ardua, ma a quanto pare Massimo Taibi si è già mosso e avrebbe già alcuni profili in mano.