Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, per il mercato Taibi bussa alla porta dei vecchi amici

Reggina, per il mercato Taibi bussa alla porta dei vecchi amici

Massimo Taibi é l’uomo incaricato ad attivare il nuovo corso della Reggina. Profilodiverso rispetto a quelli scelti nel recente passato. Oltre ad un ben noto trascorso in amaranto, l’ex portiere ha vestito le maglie di Milan e Manchester United. Ma anche di Venezia e Atalanta.

Le due esperienze sono caratterizzate da un aspetto: a volerlo, in entrambe le circostanze, é stato Beppe Marotta. L’attuale dirigente della Juventus, a distanza di anni, conserva un rapporto privilegiato con il ds della Reggina che potrebbe avere un canale preferenziale nell’ottenere i giovani più interessanti tra quelli bianconeri che saranno mandati in C.

La Primavera bianconera é allenata da Alessandro Dal Canto che con Taibi ha condiviso l’esperienza in Laguna.  Con loro c’era anche Pavan, che era uno tra i papabili della panchina della Reggina ma resterà al timone della maggiore squadra giovanile della Samp. Anche lì Taibi potrà pescare, eventualmente, trovando i consigli di un amico .

E non é l’unico perché sulla sponda blucerchiata di Genova il direttore sportivo é Carlo Osti, per più stagioni al timone della gestione tecnica del Piacenza del Taibi portiere.

 

L’eventuale istituzione delle squadre B per le big italiane potrebbe un po’ complicare i piani.

Non complicherà invece quelli che potrebbero portare a degli affari con Bruno Cirillo. Il procuratore di Salandria, in scadenza col Matera, ama la Reggina come il suo assistito ed é stato compagno di Taibi a Reggio, che presto potrebbe essere affiancato da Emanuele Belardi, fraterno amico di entrambi. Se son rose, fioriranno. Soprattutto se la convenienza sarà generale.

L’attuale responsabile del settore giovanile dell’Inter é invece Daniele Bernazzani. Ex Reggina anche lui, conosce Taibi dai tempi di Piacenza quando uno parava e l’altro già si occupava del settore giovanile biancorosso. Qualora non bastasse, per recuperare informazioni sui talenti migliori ci si può rivolgere ad Andrea Zanchetta, allenatore dell’under 17 nerazzurra. Ex compagno di Taibi e con un passato a Reggio Calabria.

A Roma, invece, il numero due del settore giovanile giallorosso é Massimo Tarantino. Famoso per il suo passato da difensore in Serie A, palermitano come Taibi con cui ha una conoscenza che dura dai tempi del Cosmos Palermo, quando poco più che adolescenti tiravano i primi calci a buon livello.

I due anni da ds al Modena, inoltre, gli hanno permesso di coltivare rapporti di buon vicinato con il Sassuolo e i dirigenti neroverdi rappresenteranno un altro interlocutore privilegiato rispetto alla possibilità di ottenere dei giovani in prestito.

Il capo dell’area scouting degli emiliani é Antonio De Vitis, uno dei protagonisti assieme (neanche a dirlo!) a Taibi del miracolo Piacenza degli anni ’90.

Francesco Turrini, altra colonna del leggendario sodalizio emiliano “tutto italiano’ allena da tempo nelle giovanili neroverdi.

Taibi, inoltre, ha giocato cinque stagioni nell’Atalanta e a capo del settore giovanile ci sono la vecchia conoscenza Mino Favini e Giancarlo Finardi, che nello spareggio giocato contro la Reggina aveva rappresentato la soluzione interna per sostituire l’esonerato Valvassori.

A questa Reggina, insomma, non sembrano mancare i contatti per arrivare ai migliori giovani.