Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, stilettate da un Cozza sofferente: ‘Al Granillo non ci metto più piede, chi ha fatto la storia non è chi è arrivato’

Reggina, stilettate da un Cozza sofferente: ‘Al Granillo non ci metto più piede, chi ha fatto la storia non è chi è arrivato’

Ciccio Cozza non manca certo in sincerità e schiettezza. Il tecnico, reduce dalla sfortunata esperienza di Taranto e un campionato stravinto con la Sicula Leonzio, non usa giri di parole per esprimere il suo malcontento: “Al Granillo domenica andrò a vedere la Vibonese. Allo stadio non ci metto piede fino a che non ci sarà un progetto vero, lo dico come primo tifoso. Vorrei che venissero dichiarati degli obiettivi e che vengano raggiunti”.

In Cozza, ospite de I Fatti nel Pallone di La C,  si nota davvero la sofferenza del tifoso che vede la sua squadra lontana dai palcoscenici che vorrebbe.
E poi stilettate velate anche sulle nuove scelte: “Sarei felice se arrivasse Belardi, perché lui ha fatto la storia. Altri, invece, che sono arrivati o potrebbero arrivare hanno dato un contributo di uno o due anni, ma non sono paragonabili”.
E sulla scelta di allenare in D gli amaranto: “Con una squadra di ragazzini è arrivato un quarto posto che ha permesso l’approdo in Lega Pro. Non avrei mai potuto rifiutare quella panchina, oggi però non accetterei sapendo che non avrei potuto fare quello che avrei voluto”.