Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina: le buone abitudini da mantenere

Reggina: le buone abitudini da mantenere

Comunque vada, quello che sta per concludersi, non è stato un anno esaltante per la Reggina. L’obiettivo non è poi così lontano, ma in città non si respira certo entusiasmo.

E non solo perchè salvarsi in Serie C lottando con Paganese e Fondi non è molto stimolante, ma anche e soprattutto perchè questa è stata stagione che non è mai decollata sotto il profilo dell’entusiasmo e del consenso nei confronti dell’operatore della società, della dirigenza e e dello staff tecnico.

Ci sarà tempo per le analisi approfondite. Questa, invece, è la fase in cui occorre solo portare a casa i risultati necessari a chiudere la pratica salvezza.

Ci sono ancora due trasferte da giocare e il dato di fatto è che gli amaranto hanno fatto sensibilmente meglio lontano dal Granillo che tra le mura amiche.

17 punti a Reggio, 16 fuori.   Mancano due sfide in trasferta contro squadre apparentemente tranquille e continuare a perdere meno fuori casa rispetto alle gare in casa ( sette contro sei) potrebbe rappresentare un viatico statistico che porterebbe l’opera ad un passo dall’essere compiuta.

La Reggina, escludendo la proibitiva sfida contro il Catania (unico ko esterno nel ritorno), gli amaranto non perdono in trasferta dal 15 dicembre in casa della Juve Stabia.