Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina: per Maurizi in motivo in più per sorridere

Reggina: per Maurizi in motivo in più per sorridere

Il pareggio di Siracusa ha lasciato nella Reggina importanti sensazioni di positività. Quelle che derivano dall’aver conquistato quattro punti in due partite in quella che poteva essere la fase decisiva della stagione, ma c’è di più.

Il tecnico da sei mesi fa a meno di quello che, nelle idee sue e di Basile, avrebbe dovuto rappresentare una boccia di fuoco della squadra.

Il riferimento va naturalmente a Jacopo Sciamanna che, nel piano iniziale, avrebbe dovuto affiancare Andrea Bianchimano in quello che,in qualunque caso, sarebbe stato un modulo a due punte.

Quell’infortunio beffardo e atipico all’osso sesamoide del piede lo ha messo  ko a lungo, adesso però punta a ritrovare il ritmo partita ed essere una freccia in più nell’arco della squadra.

Partire, ad esempio, con Sciamanna titolare (un giocatore che ad inizio stagione dava l’impressione di essere più pronto degli altri attaccanti utilizzati fino ad allora) e inserire, all’occorrenza, un attaccante come Tulissi che può cambiare l’inerzia di una partita potrebbe essere una nuova soluzione a disposizione dell’allenatore nei restanti match.

Sciamanna ha un contratto biennale e nella prossima stagione, considerata anche la partenza di Bianchimano, potrebbe essere l’uomo attorno a cui sarà costruito l’attacco.