Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina: Bianchimano, secondo i dati c’è da fare diversamente dal solito

Reggina: Bianchimano, secondo i dati c’è da fare diversamente dal solito

Il suo futuro è già assicurato. Ha firmato un lungo contratto con il Perugia, garantendo una discreta plusvalenza alla Reggina che lo può utilizzare fino a giugno senza pagarne lo stipendio e beneficiando dei premi di valorizzazione della Lega, tenuto conto che si tratta di un calciatore nato nel 1996.

La sua stagione, fino ad ora, parla di 18 presenze e 7 reti. Una realizzazione ogni 227 minuti.

La stoffa c’è, ma per essere un calciatore di Serie B dovrà acquistare maggiore capacità di estraniarsi da quell’indolenza che ogni tanto sembra accompagnarlo.

Contro il Trapani, al di là dell’occasione mancata nel finale, ha giocato una buona partita.

E’ andato a segno e per l’ennesima volta ha fatto centro contro una delle prime tre in classifica.

Due gol al Lecce, due al Catania e uno al Trapani: quasi una certificazione del fatto che le cose migliori le fa vedere quando la sfida è stimolante.

Non a caso un altro gol è arrivato nel derby contro il Catanzaro.

L’unica volta in cui è riuscito a fare centro in uno scontro diretto è stato contro la Fidelis Andria (gran gol il suo).

Per mettere il punto esclamativo sulla stagione la Reggina ha bisogno dei suoi gol anche contro avversari che danno minore cassa di risonanza, ma contro i quali i punti valgono doppio.