Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, senza drammi: ma qualche problema si vede

Reggina, senza drammi: ma qualche problema si vede

La Reggina contro il Racing Fondi incrementa il bottino della serie utile che dura ormai da quattro partite e fa un altro passo verso la salvezza.

L’obiettivo della società amaranto resta ampiamente alla portata, soprattutto se si riuscisse a fare meglio nel prossimo turno casalingo contro la Virtus Francavilla.

Nel frattempo la gara contro i laziali ha messo in evidenza il fatto che la retroguardia amaranto da quando gioca a tre  è praticamente ermetica.

Contro il Fondi non si è rischiato davvero nulla e non è servito quasi che Cucchietti si sia sporcato i guanti.

Solo uno il gol subito nelle ultime quattro partite, a fronte di tre segnati (pochi, ma valgono 8 punti).

La prestazione non è stata esaltante sul piano del gioco, ma è anche vero che i laziali hanno tolto profondità agli amaranto.

La pecca emersa sta nella carenza di soluzioni a fronte di questa problematica fatta emergere dall’ottimo atteggiamento difensivo degli avversari.

Allo stato attuale viene difficile reperire all’interno della rosa un calciatore in grado di dare vita alla giocata risolutiva, di saltare l’uomo, di garantire cambio di ritmo e fare qualsiasi cosa che possa spezzare l’equilibrio.

De Francesco prima era l’uomo che, da un momento all’altra, dava l’idea di poter trovare la giusta imbucata per gli attaccanti o qualche altro tipo di soluzione vincente.

Oggi, però, va trovato un uomo che anche con armi diverse possa permettere di venire a capo di situazioni complicate come quelle che possono costruire squadre come il Fondi.

E la Reggina in casa ne affronterà tante in casa nel girone di ritorno.