Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / La Reggina sbatte sul Racing Fondi

La Reggina sbatte sul Racing Fondi

di Pasquale De Marte – La Reggina contro il Racing Fondi non riesce a centrare la seconda vittoria consecutiva casalinga, ma porta a quattro la serie di partite utili e a otto i punti conquistati negli ultimi quattro turni.

E’ un modo di vedere mezzo pieno un bicchiere che oggi risulta un po’ svuotato da un pomeriggio in cui sul piano della prestazione la squadra poteva fare meglio.

Davanti c’era un avversario che ha pensato prevalentemente a chiudersi, a portare a casa un punto e far valere l’esperienza di un gruppo che, in alcuni casi, vedeva in campo giocatori come il quarantenne Vastola che per proporzioni anagrafiche potrebbe essere il genitore di alcuni dei ragazzi di Maurizi.

Nella gara del Granillo, alla Reggina, è mancata soprattutto qualità nel gioco e la capacità di dare velocità ad una partita dove non si è mai avvertito cambio di passo.  Ad onor del vero, però, il migliore in campo è risultato il portiere ospite che ha sempre neutralizzato le giocate estemporanee e gli episodi che avrebbero potuto cambiare il corso della partita.

Reggina contro un Fondi fresco di cambio di allenatore

La Reggina si propone con lo stesso atteggiamento tattico visto a Matera. L’unica variazione è rappresentata dall’ingresso di Aurilletto nell’undici titolare, preferito a Laezza.  Sostituzione che, tra l’altro, si era già verificata in Basilicata dopo l’infortunio del’ex capitano del Melfi.

Davanti c’è un Racing Fondi reduce dal cambio tecnico e Sanderra schiera i laziali con il 4-3-3.  Il modulo è offensivo solo sulla carta, dato che dopo un avvio in cui non manca il pressing pian piano gli ospiti si chiudono a riccio davanti alla propria area di rigore.

Lo fanno bene perchè non si limitano ad osservare la manovra amaranto, ma provano anche ad aggredire i portatori di palla e per gli uomini di Maurizi diventa problematico trovare spazi o soluzioni che possano portare pericolosamente alla conclusione i giocatori.

La poca prolificità degli attacchi reggini resta un problema che si trascina da inizio stagione, ma la principali note positive della prima frazione risiedono nell’aver rischiato poco o nulla e, soprattutto, nello schierare una formazione titolare con sei under in campo, di cui quattro nati nel 1998.

La Reggina, però, trova comunque il modo di essere pericolosa in due circostanze nella parte finale del primo tempo.  Sparacello lancia un contropiede che porta Bianchimano in area, il centravanti evita un avversario e calcia col mancino cogliendo il palo. Nessuno dei compagni riesce a ribadire in rete il pallone con il portiere fuori causa.

Proprio il numero uno laziale Elezaj vola a togliere dalla porta un destro dai venti metri di Fortunato.

Nella ripresa ci si aspetta una Reggina che, con più convinzione, riesca ad attaccare l’arrocatissimo Fondi.  Invece la prima parte della ripresa è unicamente una fiera di calci piazzati sprecati dagli amaranto.

Reggina: anche la ripresa sotto tono

Nella mezz’ora finale Maurizi decide di giocarsela con il nuovo acquisto Samb che affianca Bianchimano in un attacco con due centravanti di quasi due metri ciascuno.   Sotto il profilo del gioco e degli sbocchi della manovra non si avvertono benefici, ma per una volta gli amaranto si giocano bene una punizione. Dai venticinque metri il senegalese chiama Elezaj al secondo grande intervento di giornata, con tanto di esultanza post parata.

Al novantesimo è ancora il portiere ospite, in due tempi ed ancora in occasione di un piazzato,  a fermare Bianchimano e la Reggina. Bravissimo e reattivo soprattutto nell’anticipare gli attaccanti sull’eventuale ribattuta.

Ad accendere gli animi in una partita soporifera ci pensa l’arbitro che concede solo due minuti di recupero nonostante i tanti cambi e qualche perdita di tempo dei troppo degli ospiti.

Finisce 0-0 dopo una prova non eccelsa della Reggina, ma che “ai punti” avrebbe dovuto premiare proprio la formazione di casa. Gli ospiti hanno davvero fatto poco o nulla.

Clicca qui per leggere le pagelle

REGGINA – RACING FONDI 0-0

REGGINA: Cucchietti, Auriletto, Ferrani, Pasqualoni, Hadziosmanovic (86’ Bezzicheri), Castiglia (71’ Provenzano), Fortunato (71’ Giuffrida), Marino, Armeno, Sparacello (60’ Samb), Bianchimano All. Maurizi
RACING FONDI: Elezay, Galasso, Maldini, Vastola, Paparusso, Quaini, De Martino, Ricciardi, Addessi (88’ Ciotola), Mastropietro, Nolè (73’ Corticchia) All. Sanderra
Arbitro: Gariglio (Pinerolo) Assistenti: Conti (Acireale) Lalomia (Agrigento)
Ammoniti: Nolè, Fortunato
Recupero: 1’pt, 2’st