Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Matera-Reggina, le pagelle degli amaranto

Matera-Reggina, le pagelle degli amaranto

La Reggina pareggia a Matera con una prestazione sufficiente nel complesso (leggi qui il commento).

Ecco le pagelle degli amaranto:

 

CUCCHIETTI 6,5  –  Su conclusioni da vicino, da lontano o in uscita. Lui, quando può, c’è sempre.

LAEZZA  6 – Non sempre impeccabile in disimpegno, a volte la difesa balla soprattutto per la mancata copertura di esterni e centrocampisti.  Lascia il campo ad inizio ripresa per un problema fisico.

(dal 48′ AURILLETTO   6 – Si conferma un calciatore affidabile nonostante la giovane età.

FERRANI  6,5  – All’esordio viene schierato in mezzo nel terzetto difensivo. Da regista difensivo non sempre i suoi lanci sono precisi, ma in fase di contenimento fa valere la sua fisicità.  Va anche vicino al gol in proiezione offensiva.

PASQUALONI  6 –  Gioca una buona gara e nel finale si avventura anche in qualche sortita offensiva.

HADZIOSMANOVIC  6  – Dopo due minuti regala a Castiglia una bella palla e inizialmente si spinge soprattutto dal suo lato. Poi pian piano si eclissa   In fase difensiva si può fare qualcosa in più

MARINO   6 – Con l’italo-montenegrino Hadziosmanovic forma un asse che, nella prima fase della partita, si rivela una spina nel fianco del Matera.  Lui, da mezzala destra, finché ne ha non fa mancare propulsione offensiva e pressing sugli avversari. Sembra essere l’unico ad avere velocità adeguata per andare allo stesso ritmo degli omologhi avversari. Nella ripresa cala

(82′ GIUFFRIDA S.V. )

FORTUNATO 5,5  –  E’ ancora lui il prescelto a fungere da regista.  Poche idee, guida un settore nevralgico che nel primo tempo paga dazio alla differenza di passo con gli avversari. Nel complesso si vede poco,.

CASTIGLIA   6 – Prima da titolare  e con la fascia da capitano. Agisce prevalentemente da mezzala sinistra e il passo non è ancora quello dei giorni migliori. Propizia l’azione del pareggio con un tiro respinto dal portiere.

(dal 74′ PROVENZANO  S.V.

ARMENO 5 ,5  – Poco reattivo in occasione del corner che vale il vantaggio lucano, ma è l’ultimo di una catena di interventi a vuoto. Dal suo lato si gioca poco, anche perchè i compagni non lo cercano. Nella ripresa sale di rendimento e offre un paio di traversoni.

BIANCHIMANO   6 Si fa apprezzare per il lavoro sporco, inteso come chiusure difensive, duelli con i centrali avversari e tentativo di cucire la manovra. Non esattamente una consuetudine per un centravanti.  Quando gli lasciano spazio, però, dimostra di essere potenzialmente un attaccante di categoria superiore.

SPARACELLO   6,5 – Bravo quando c’è da difendere palla, poco altro.  Fino al momento del gol in cui si rivela decisivo.

(82′ TULISSI S.V.)

 

ALL. MAURIZI  6 – Se la gioca con le armi che la nuova Reggina propone: difesa e contropiede, con possibilità di manovrare quando c’è la possibilità. E contro questa Matera così forte nel gioco in velocità la strategia è quella giusta.

 

Pasquale De Marte