Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina: capitano e rigorista, chi saranno?

Reggina: capitano e rigorista, chi saranno?

La Reggina, dopo questa sessione di mercato,  si trova profondamente cambiata in quella che era la sua anima tecnica.

Ci sono, però, delle cose da dire. Ad esempio nessuno sapeva, fino alla gara con la Paganese, chi fosse il rigorista della squadra, dopo che l’anno scorso dal dischetto si presentava sempre Coralli (una volta Oggiano)  e nell’unica occasione in cui è toccato a De Francesco non andò bene (a Taranto).

Proprio contro i campani e nel giorno del suo addio  è stato il capitano a realizzare dagli undici metri quello che è stato il primo tiro dagli undici metri concesso alla formazione di Maurizi.

Adesso, però, c’è da capire chi ne raccoglierà l’eredità, alla luce del fatto che che in organico l’unico che in passato ha battuto qualche rigore in amaranto è stato Castiglia (non andò benissimo, quando provò a farlo contro il Vicenza in B).

Di certo non gli mancano nè le qualità tecniche, nè il carattere per riprovarci, soprattutto adesso che sente forte la fiducia del pubblico che affida a lui le proprie speranze come uomo Reggina.

E c’è da capire anche chi indosserà la fascia: toccherà al centrocampista appena ritornato o qualcuno (tra i pochi, va detto) che già c’era.

In quel caso è Laezza il candidato numero uno.

Si attende la gara con il Matera per fugare almeno la seconda curiosità, mentre ci si augura che da ora in avanti la formazione amaranto possa avere più rigori a favore.