Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, ora viene il momento di alcune verità

Reggina, ora viene il momento di alcune verità

La Reggina si prepara alla sfida con il Matera. Non lo dice nessuno, ma un po’ l’incubo di subire una beffa da un Di Livio che, da ex e di punto in bianco, si ricordi del suo talento c’è.

Non è tuttavia la mentalità giusta quella di pensare agli avversari, anche perchè gli amaranto devono prevalentemente pensare a loro stessi.

Quella in terra lucana sarà la prima esibizione senza Alberto De Francesco, autentico faro del gioco da un anno e mezzo a questa parte.

Senza di lui nulla sarà come prima, ma potrebbe esibirsi una Reggina comunque propositiva in maniera diversa.

 

A Matera sarà il momento in cui si avrà probabilmente la prova del nove riguardo all’affidabilità dell’assetto difensivo che, contro Catanzaro e Paganese, è stato spesso tenuto in piedi dalle prodezze di Cucchietti.

Ma si arriverà anche al punto in cui si potrà testare ancor meglio i nuovi.

Soprattuttoa centrocampo dovrebbe arrivare la prima da titolare per almeno uno tra Castiglia e Giuffrida, a cui si chiederà di non far rimpiangere chi è partito, seppur con caratteristiche diverse.

Hadziosmanovic ed Armeno avranno l’obbligo di far vedere qualcosa in più, soprattutto in fase difensiva.

E in difesa si potrebbe registrare il rientro di almeno uno tra Pasqualoni e  Gatti.

Quella contro la squadra di Auteri rappresenterà un vero e proprio banco di prova per il mercato applicato al nuovo modulo e viceversa.