Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, ultime curve del mercato: attesi ancora volti nuovi

Reggina, ultime curve del mercato: attesi ancora volti nuovi

La Reggina ha praticamente definito la cessione di Bianchimano al Perugia. Il calciatore resterà a Reggio fino a giugno e la società incasserà circa trecentomila euro.

De Francesco, invece, è andato a La Spezia a titolo gratuito. Gli amaranto ritenevano concluso il suo percorso dopo quanto accaduto lo scorso 23 dicembre dove, nell’ormai ribattezzata notte dei lunghi coltelli, il capitano si era fatto portavoce del malcontento della squadra, probabilmente verso l’allenatore.  Lo si poteva tenere fino a giugno, ma si è preferito fare tabula rasa.

Stesso destino, a breve, anche per Porcino, Mezavilla e Di Filippo.

La Reggina potrebbe far partire Turrin qualora trovasse una squadra che dia  spazio al terzo portiere, di proprietà dell’Atalanta.

In difesa, invece,  sono certi di restare Pasqualoni, Laezza e Gatti.  Il destino di Solerio dipende dalla sua eventuale volontà di avvicinarsi a casa. Aurilletto dopo l’esordio dal primo minuto potrebbe restare a sorpresa.

A loro potrebbero aggiungersi uno o due calciatori: i nomi sono i soliti con Terigi e De Vito in pole.

A centrocampo, invece,  gli unici rimasti sono Marino e Fortunato.  A loro si aggiunge una batteria di scelta proveniente dal mercato: Castiglia, Giuffrida e probabilmente Provenzano e Condemi rendono ampia la scelta a disposizione di Maurizi.

Sugli esterni del 3-5-2, invece, Hadziosmanovic e Armeno sembrano destinati ad essere titolari, con Pasqualoni e Solerio che all’occorrenza potrebbero farne le veci con attitudini molto più difensive.  Lo stesso Giuffrida può essere adattato a destra.

In attacco, invece,  c’è da valutare la posizione di Tulissi e Bezziccheri. Dopo la partenza di Di Livio sono rimasti in organico due che venivano impiegati come trequartisti e che magari potrebbero fare la seconda punta all’occorrenza.

In attacco si attende il recupero di Sciamanna, ma nel frattempo si dà tutto il peso del reparto offenivo a Bianchimano e Sparacello.

La Reggina potrebbe far registrare un movimento in avanti, ma prima occorrerà che esca qualche altro fuori dal progetto (Silenzi?).