Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina: e rivoluzione sia, due settimane di tempo?

Reggina: e rivoluzione sia, due settimane di tempo?

La Reggina tornerà in campo il 21 gennaio contro la Paganese e già in quell’occasione la formazione amaranto potrebbe proporre diverse novità.

Oggi, però, potrebbe esserci il rischio che buona parte delle trattative si definiscano soltanto a fine mese, dato che in una categoria dove ballano davvero pochi soldi persino lo scontro su una mensilità con le società precedenti o nell’accordo con i procuratori rende necessario posticipare i tempi.

Le dichiarazioni di facciata, ad oggi, non sembrano prefigurare una rivoluzione vera, ma la sensazione è che appare difficile chiamare diversamente un qualcosa che per prima cosa mette in discussione i leader tecnici (e non solo) del gruppo.

Basile parla di 3-4 rinforzi a cui potrebbero, eventualmente, aggiungersi altri tasselli che sarebbero direttamente proporzionali alle uscite.

Uscite che, ad onor del vero, sembrano scontate.  L’aggiunta, perciò, di sei-sette giocatori a campionato in corso equivale ad un’autentica rifondazione che, dalle parti dello Stretto, si augurano possa condurre il prima possibile al traguardo della salvezza.

E va ricordato che uno (Giuffrida), è già arrivato.