Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, la società ha fatto una scelta. Oggi sembrerebbe quella sbagliata

Reggina, la società ha fatto una scelta. Oggi sembrerebbe quella sbagliata

Un disastro di questa portata non era immaginabile, almeno dopo quell’avvio di stagione che aveva sorpreso un po’ tutti. Un crollo pauroso che ha modificato non solo la classifica degli amaranto, ma anche equilibri all’interno della squadra e trasformato l’entusiasmo della gente in diffusissimi malumori.

“Mister, la sensazione che abbiamo dall’esterno, è quella di una squadra totalmente scollegata rispetto alle direttive del tecnico”, questa la considerazione fatta in conferenza stampa qualche settimana addietro nel consueto scambio di battute con Maurizi. “Chiacchiere, solo chiacchiere”, è stata la ferma risposta dell’allenatore.

Altro che chiacchiere, diceva Vasco Rossi in una sua famosa canzone. Alla luce di quanto si è sviluppato nelle ultime settimane, lo scollamento è apparso con il trascorrere del tempo sempre più evidente, i risultati negativi solo una conseguenza. Gruppo visibilmente svogliato, totalmente smarrito quel furore agonistico iniziale, poca voglia di battersi così come accadeva fino a qualche mese addietro.

E che il problema non sia da ricondurre a condizione atletica e disposizione tattica, lo si è intuito da tempo, le lunghe riunioni pre natalizie al centro sportivo ed i continui colloqui tra società e calciatori la dimostrazione.

Si cerca adesso di salvare il salvabile per questa ultima gara del 2017 da giocarsi a Catanzaro. La società, con il rinnovo di contratto al tecnico, ha dato un segnale chiaro, quello di essere dalla parte di Maurizi e non della squadra. Decisione che ad oggi ha prodotto risultati disastrosi.