Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, recuperati gli acciaccati più De Francesco e Bianchimano. Per Maurizi vietato sbagliare le scelte

Reggina, recuperati gli acciaccati più De Francesco e Bianchimano. Per Maurizi vietato sbagliare le scelte

Novembre avaro per la Reggina, la prima di dicembre se è possibile è stato anche peggio. Gli scontri diretti contro Bisceglie ed Akragas hanno portato un solo punto, le ultime cinque gare due in tutto, troppo poco per una squadra che fino alla vittoria con il Catania aveva attratto su di sè attenzioni e riflettori. E secondo il giudizio di mister Maurizi, probabilmente quella esagerata esposizione, per un percorso interessante ma non trascendentale, ha creato scompensi e fatto perdere a qualcuno umiltà e concentrazione.

Elementi che questo gruppo ha necessità di avere sempre e costantemente con sé per il raggiungimento di un solo obiettivo, quello della salvezza. Dopo le preoccupazioni di inizio settimana, esclusi i lungodegenti come Sciamanna e Garufi, rientrato l’allarme per i vari Marino, Solerio e Tulissi, quindi adesso saranno le scelte del tecnico a determinare l’undici da mandare in campo e senza possibilità di errore.

Contro la Sicula Leonzio del nuovo corso Diana, gli amaranto sanno bene che non esiste altro risultato se non la vittoria, una necessità assoluta per superare quota venti e giocarsi l’ultima di andata a Castellammare senza particolari assilli. Oltre ai recuperi dei vari acciaccati, due rientri pesanti come quelli di De Francesco e Bianchimano, assenti a Siracusa per squalifica e l’avvertimento ai diffidati Porcino, Gatti, Di Filippo e Laezza, di non commettere ingenuità che potrebbero costare carissimo.