Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Questa la Reggina senza Bianchimano e De Francesco. Intanto altri due pezzi pregiati in diffida

Questa la Reggina senza Bianchimano e De Francesco. Intanto altri due pezzi pregiati in diffida

Che rabbia, tanta rabbia. Sapere di dover giocare un altro scontro diretto, difficile, complicato, seppur contro gli ultimi della classe, senza De Francesco e Bianchimano, suscita come detto rabbia e fastidio. La seconda sensazione scaturisce dal come nascono i due cartellini gialli che hanno portato alla squalifica i calciatori.

Entrambi in diffida, il capitano si è fatto ammonire per avere protestato, l’attaccante ex Milan per un inutile fallo di reazione. Questo comporterà una sorta di rivoluzione all’interno di quello che sarà l’undici da mandare in campo, perché insieme alle due defezioni, bisogna aggiungere quella di Garufi, fuori per infortunio fino a fine stagione e quella persistente di Sciamanna.

E mentre nel reparto difensivo, per fortuna, l’assetto rimane invariato, i maggiori problemi ci saranno dalla cintola in su. Per Maurizi diventa provvidenziale il rientro di Mezavilla che riprenderà il proprio posto davanti alla difesa, mentre i problemi più importanti saranno rappresentati dalle sostituzioni di due elementi che fino ad oggi sono apparsi imprescindibili. Assai probabile che venga confermata la fiducia a Fortunato, da collocarsi dietro le punte, mentre in attacco il compagno di reparto di Tulissi, almeno per quello che si è visto fino ad oggi e per quelle che abbiamo intuito possano essere le gerarchie, dovrebbe essere Sparacello.

Ancora attesa, dunque, per il giovane Silenzi, si registra la presenza del più famoso papà Andrea al centro sportivo S. Agata. Tornando alle tante ammonizioni e quindi al rischio squalifica, altri due pezzi pregiati dell’undici amaranto sono a rischio, Porcino e Di Filippo giunti a quota quattro, quindi in diffida.

M.F.