Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / E nuovo 30 aprile fu, ma ecco perchè Ventura non si dimette

E nuovo 30 aprile fu, ma ecco perchè Ventura non si dimette

Gianpiero Ventura dopo l’eliminazione dell’Italia dalla fase finale dei mondiali si è rifugiato a Bari, dove risiede la famiglia dei suoceri.

Prima della sfida con la Svezia si era ricordato come, suo malgrado, a Reggio Calabria venisse ricordato per essere il tecnico del Messina affondato il 30 aprile del 2006, in quella che in molti hanno definito la “partita del secolo”.

Per ironia della sorte, stesso anno della vittoria dei mondiali.

Quelli che l’Italia non disputerà, un’onta paragonabile ma con una cassa di risonanza decisamente maggiore.

Tutti si chiedono come mai non si dimetta.  Il motivo, secondo la Gazzetta dello Sport, risederebbe nei sette-otto stipendi che lo separano dalla naturale scadenza dell’accordo contrattuale, prevista per la fine della rassegna iridata tra meno di un anno.

Data la mancata qualificazione non scatterà, ovviamente, il rinnovo automatico fino  al 2020.