Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, primo bilancio confortante. Attenzione, dopo Lecce tanti scontri diretti

Reggina, primo bilancio confortante. Attenzione, dopo Lecce tanti scontri diretti

Arriva la sosta per la Reggina, ad imporla è il calendario per un girone incompleto. Momento di riflessione e di analisi, dopo le tredici partite fin qui giocate, nelle quali gli amaranto hanno conquistato 17 punti. Una media non esaltante, ma senza dubbio sopra le aspettative, rispetto a tutto quello che era stato detto e scritto nella scorsa estate, dopo la rivoluzione decisa dalla società dal punto di vista dirigenziale e tecnico.

Nono posto in classifica, dentro la griglia dei play off, ma questo al momento conta poco, meglio guardare chi sta dietro con i sette punti di vantaggio sulla zona play out. Lo ripete fino ad annoiare mister Maurizi, ricordando da dove e come si è partiti, concetto basilare questo per riuscire settimana dopo settimana a mantenere alta la concentrazione e la giusta umiltà. Un martellamento psicologico che il tecnico propone quotidianamente ben consapevole di avere all’interno del gruppo che dirige tantissimi giovani, quindi sensibili a tutto ciò che li circonda.

Nonostante questo, fino al momento il rendimento della squadra ha mantenuto una certa continuità, l’eccezione è rappresentata dalla evidente sofferenza nel preparare al meglio le sfide infrasettimanali. Quasi in copia le battute d’arresto al Granillo contro Siracusa e Cosenza, a dimostrazione di quanta fatica De Francesco e compagni facciano nel tornare in campo a distanza di soli tre giorni. In balia dell’avversario, scarichi dal punto di vista fisico e mentale e per esempio nell’ultima circostanza, anche con schieramento iniziale ed accorgimenti tattici che hanno fatto discutere.

E’ alquanto antipatico andare a riposo con una sconfitta, se questa arriva davanti al pubblico di casa, ancora peggio. Ma probabilmente, e questo lo capiremo solo alla ripresa, uno stop utile a ricaricare forze ed energie per lo sprint finale di questo girone di andata dove sarà di fondamentale importanza raccogliere più punti possibili nelle cinque giornate restanti, pur consapevoli che già dalla ripresa il compito si presenta molto complicato, dovendo affrontare allo stadio di Via del Mare la capolista e corazzata Lecce. Tutte le altre gare saranno scontri diretti, Bisceglie e Sicula Leonzio in casa, Akragas e Juve Stabia fuori.