Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, caro mister, questa volta non siamo d’accordo con lei

Reggina, caro mister, questa volta non siamo d’accordo con lei

Questa volta no, non siamo d’accordo. La Reggina non ha giocato una buona partita. Sulla mancanza di intensità quello si, ma non è stata l’unica pecca di un match in cui si è visto molto poco. Sul piano tecnico e soprattutto tattico. Maurizi ci aveva visto benissimo sul mancato recupero dal punto di vista fisico e mentale e proprio per questo motivo ci saremmo aspettati qualcosa di diverso nell’undici inziale.

C’è un dato certo, almeno questo è venuto fuori dai due confronti infrasettimanali, questo gruppo fa una fatica enorme a recuperare energie, tutte le energie. Ed allora probabilmente un atteggiamento più prudente avrebbe aiutato la squadra a gestire le giocate di un avversario più esperto e tecnicamente migliore. Le quattro vittorie esterne degli aretusei, inoltre, avrebbero dovuto portare ad una più profonda riflessione sul come andava affrontata la squadra di Bianco.

Se per Marino e Mezavilla era necessario riposare, un rombo di centrocampo con tre giocatori su quattro più portati alla costruzione che alla rottura, poteva portare a conseguenze che poi sono state evidenziate soprattutto nel corso della prima frazione. A questo si è aggiunta una colossale ingenuità sul primo gol, dove si è pensato solamente a protestare per un presunto pallone andato fuori dal rettangolo di gioco, piuttosto che a difendersi da una pericolosa incursione che poi ha portato al gol ed una seconda rete subìta dopo un calcio d’angolo a favore, con la solita ripartenza concessa che il Siracusa ha pienamente sfruttato.

Per questo riteniamo non sia stata solo una questione di intensità, perché di errori commessi da tutti, se ne sono visti ed anche molti. La Reggina per la seconda gara consecutiva non è mai andata alla conclusione nello specchio della porta, contrariamente a quanto era accaduto, invece, nel corso di questa prima parte di stagione. Un momento di flessione? Ci sta, è fisiologico ed il riposo, in programma per la prossima, potrebbe essere opportuno, ma, ripetiamo, nella sconfitta con il Siracusa la Reggina, oltre alla mancanza di intensità, è venuta meno sotto l’aspetto tecnico e tattico. Ma questo è il nostro punto di vista, non la verità assoluta… proprio come direbbe mister Maurizi.

M.F.