Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, Maurizi divide l’opinione dei tifosi. Nessun dubbio sulla sua onestà

Reggina, Maurizi divide l’opinione dei tifosi. Nessun dubbio sulla sua onestà

Era inevitabile. Alla prima battuta d’arresto dopo un lungo silenzio, ecco risollevarsi il coro degli scettici. Di quelli che per sei partite hanno assistito al buon percorso della Reggina in questo avvio di campionato ma che erano li, pronti ad insorgere nel caso in cui… E quel caso in cui è arrivato giusto nella giornata più attesa, quella del derby.

Quelli che… “Lo sapevamo già”

La Reggina ha tirato fuori una prestazione molto al di sotto delle proprie potenzialità, sicuramente sul piano della brillantezza e della capacità di corsa. Ha perso, è questo il dato più significativo, davanti al proprio pubblico e contro il Cosenza, per tale motivo il dolore è ancor più accentuato. Ed allora si sono sprecati i giudizi negativi da rivolgere al tecnico ed alla squadra, tra coloro che “Maurizi è un allenatore di calcio a 5” e quelli che “sapevano già come sarebbe andata a finire”.

Gli errori ci sono, ma la Reggina ha una sua identità

Ma ci sta, contraddizioni, pareri che si dividono e opinioni fanno parte del calcio da sempre, altrimenti non sarebbe il gioco più popolare ed anche quello più discusso. Fermo restando che di errori il tecnico ne ha commessi e ne commetterà, ma fermo restando pure che è innegabile che questa squadra, almeno in questa primissima parte di stagione, abbia mostrato una sua identità, qualche idea di gioco e tutti hanno apprezzato predisposizione alla fatica e spirito di gruppo.

L’onesta di mister Maurizi

Come è altrettanto innegabile l’onestà di Maurizi nel momento in cui c’è da raccontare quello che succede in campo, senza mai nascondere la verità sulle prestazioni: “Abbiamo offerto una prestazione negativa contro il Cosenza e lo riconosco con estrema sincerità ed onesta’ intellettuale. Abbiamo giocato sabato a Brindisi contro la Virtus Francavilla e dopo tre giorni evidentemente non avevamo ancora recuperato le energie fisiche e nervose per affrontare una partita in cui il Cosenza ha meritato il successo. Come dico sempre ogni partita ha un inizio ed una fine a prescindere dal risultato e da oggi ci metteremo immediatamente a preparare la trasferta di Trapani.

Il dispiacere per aver deluso i tifosi

Eravamo reduci da 6 risultati utili consecutivi e l’ottimo inizio di stagione resta: questi incidenti di percorso ci aiuteranno a crescere e ad interpretare al meglio un campionato sicuramente complesso. So bene quanto dispiaccia aver perso ai nostri tifosi e dispiace molto anche a me e a tutta la squadra ma non dobbiamo abbatterci. Bisogna ripartire subito rimboccandoci le maniche e lavorando ancora di più per migliorarci e correggere gli errori commessi”. Questo il commento sul profilo facebook dell’allenatore amaranto.

M.F.