Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina – De Francesco, scoperto da Martino, valorizzato da Maurizi. Quando il rinnovo?

Reggina – De Francesco, scoperto da Martino, valorizzato da Maurizi. Quando il rinnovo?

L’INTUIZIONE DI GABRIELE MARTINO

“Signori giornalisti buongiorno. Quel ragazzo al centro del campo si chiama Alberto De Francesco, non ha ancora firmato il suo contratto con la Reggina, è molto bravo, vorremmo che non venisse pubblicizzata troppo la sua presenza qui in ritiro, fino a quando non sarà amaranto in maniera ufficiale”.

Le parole erano quelle dell’allora direttore generale Gabriele Martino, i primi giorni di ritiro in quel di Cotronei, squadra allenata da Karel Zeman e società in attesa di avere notizie riguardo il ripescaggio in Lega Pro. Il primo campionato disputato in maglia amaranto ha ampiamente dimostrato che Martino ci aveva visto bene, anzi benissimo, il ragazzo ha messo in evidenza qualità tecniche elevate, tanto da attirare le attenzioni di club anche di categoria superiore.

IL DIFETTO E LA VOGLIA DI MIGLIORARSI

La pecca, una personalità non particolarmente spiccata che lo ha portato a diventare poco protagonista nei momenti più delicati della passata stagione. Poi l’estate, la rivoluzione societaria e tecnica, il desiderio di Alberto di confrontarsi con un campionato diverso, ambizione legittima.

LA PERMANENZA

I tentennamenti iniziali riguardo una sua possibile permanenza, si trasformano, però, in convinzione con il trascorrere dei giorni, per merito di un allenatore che conosce bene il ragazzo, le sue doti, l’importanza che lo stesso potrebbe avere all’interno di un assetto tattico che lui ha già bene in mente. Maurizi mette De Francesco al centro del progetto, il resto è fatto dalla società con le consegne di maglia numero dieci e fascia di capitano.

DE FRANCESCO PROTAGONISTA

De Francesco è subito protagonista, sin dalle prime amichevoli, la posizione di regista basso lo esalta, gli consente di essere perno principale del gioco della sua squadra, acquisisce sicurezza, aumenta l’autostima, cresce in personalità. Il tecnico si fida talmente tanto da ruotarlo nel corso delle prime gare di campionato in tutti i ruoli del centrocampo, lui risponde a suon di prestazioni sempre eccellenti.

IL RINNOVO DI CONTRATTO

Adesso è tornata nuovamente la paura di poterlo perdere, per questo da tempo la società lavora per il rinnovo del contratto. Dovrà farlo prima della fine dell’anno.

M.F.