Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, con il Catanzaro mancavano quattro titolari. Riavere Bianchimano sarebbe il più grande acquisto

Reggina, con il Catanzaro mancavano quattro titolari. Riavere Bianchimano sarebbe il più grande acquisto

La Reggina ha aperto ufficialmente la propria stagione. C’era molta curiosità attorno al gruppo di mister Maurizi dopo la rivoluzione estiva e come spesso accade in questi casi, i giudizi sulla prestazione sono stati diversi. Il dato certo è che nel complesso la squadra è piaciuta per atteggiamento, identità di gioco, qualità di parecchi dei suoi singoli. Tutto migliorabile sul piano della manovra, delle disattenzioni, della capacità di rendere il lungo fraseggio produttivo, quindi arrivare più spesso alla porta avversaria cercando di concretizzare il maggior numero di palloni che si giocano. Secondo Maurizi un fatto naturale visto il profondo cambiamento ed i tanti volti nuovi che con il tempo dovranno imparare a conoscersi. Sul piano della resistenza atletica, lo stesso allenatore ha garantito che non vi saranno cali in futuro, nessuna conseguenza rispetto ad una preparazione effettuata prevalentemente con il pallone e rispetto alla struttura fisica di parecchi calciatori in organico. Ma c’è un altro dato ai più sfuggito che potrebbe trasmettere un pizzico di fiducia in più e riguarda coloro che alla partita con il Catanzaro non hanno partecipato. Uno per ogni reparto e tutti sicuramente titolari. A partire da Solerio, il miglior difensore che la Reggina possiede in organico per qualità ed esperienza, gettato nella mischia a gara iniziata per un affaticamento che ha portato il tecnico a concedergli il riposo iniziale. Utilizzabile nel ruolo di esterno di difesa, ma anche centrale dei quattro. In mezzo al campo si potrà contare su Mezzavila, giocatore che non ha bisogno di alcuna presentazione visto il corposo curriculum. Centrocampista di grande fisico, esperienza da vendere, insieme a qualità e quantità che ne fanno un elemento di sicuro affidamento. Dietro le punte il vero titolare è il giovane Di Livio. Settore giovanile della Roma, è in attesa che arrivino buone notizie riguardo la riduzione della squalifica che oggi lo terrà lontano dai campi di gioco fino al prossimo 23 ottobre. Già conosciuto ai più in ambito nazionale, anche durante il corso di questo precampionato, ha impressionato nel corso degli allenamenti per le sue straordinarie qualità tecniche. E poi il centravanti. La Reggina era convinta di poter puntare su Andrea Bianchimano che, invece, da tempo chiede di poter cambiare aria. La speranza è che alla fine il calciatore si convinca a rimanere, sarebbe probabilmente uno dei colpi di mercato più importanti, se non il più importante, della società. La sua assenza con il Catanzaro si è notata in maniera evidente, per questo motivo riteniamo necessario, qualora le strade non si dovessero più incrociare, che il coordinatore dell’area tecnica Basile intervenga nuovamente sul mercato, per consegnare a mister Maurizi l’attaccante che a questa Reggina serve come il pane.

M.F.