Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Calcio – Reggina-Bianchimano, adesso è scontro totale. Come finirà?

Calcio – Reggina-Bianchimano, adesso è scontro totale. Come finirà?

“Non ci faremo intimorire dai mal di pancia di Bianchimano”. Nella lunga intervista realizzata da strill sport al coordinatore dell’area tecnica Basile, questa una delle frasi più significative riguardanti il centravanti della Reggina che continua a mostrare segnali di insofferenza. Proviamo a riavvolgere il nastro per capire meglio quello che sta succedendo tra il giovane attaccante amaranto e la società. Era l’inizio del 2017, squadra impegnata nella lotta per evitare la retrocessione, cambio di modulo e Bianchimano che inizia ad essere utilizzato con maggiore continuità dal tecnico Zeman. Qualità visibili, la sua una presenza in campo che si fa sentire ed i primi gol. Il contratto in scadenza con il Milan porta il direttore generale Martino ad iniziare una trattativa con il procuratore del calciatore che ha una conclusione positiva a due mesi dalla chiusura dello scorso campionato, contenta la Reggina, contentissimo Bianchimano. Un mese dopo la fine della stagione, in seno alla società inizia una vera e propria rivoluzione, dirigenziale e tecnica. La gestione sportiva viene affidata al giovane Basile, la panchina a Maurizi, tante modifiche anche a livello dirigenziale, totale rinnovamento all’interno dell’organico. Pochi i superstiti della passata stagione, tre punti fermi attorno ai quali costruire la nuova Reggina quindi De Francesco, Porcino e appunto Bianchimano, come lo stesso Basile ha voluto fermamente sottolineare in conferenza stampa, ma con alcune precisazioni. Soprattutto sull’attaccante il quale, improvvisamente, ha manifestato la volontà alla società di voler cambiare aria, nonostante un contratto biennale lo leghi alla Reggina e firmato da poco. I dialoghi sono continui tra la società, il procuratore ed il calciatore, le posizioni non cambiano ed ecco che alle prime amichevoli, seppur contro avversari assai modesti, Bianchimano viene relegato in panchina. Segnali significativi di un rapporto che non si riesce in nessun modo a ricucire, nonostante venga ribadito che sull’attaccante tutti puntano moltissimo, compreso il tecnico Maurizi. Ma Bianchimano vuole andare via, i segnali dei suoi mal di pancia li manifesta ed anche in maniera plateale durante il corso degli allenamenti, cosa che indispettisce ed anche parecchio. Alla società arriva finalmente la prima proposta, talmente bassa da non poter essere presa in considerazione, nel frattempo si gioca l’ultima amichevole prima del via alla stagione ufficiale contro il Roccella e la società, come detto da Basile, non si fa “intimorire dai mal di pancia” tanto da spedire l’attaccante addirittura in tribuna. Lo scontro adesso è di quelli senza esclusione di colpi, da una parte il calciatore fresco di rinnovo che vuole andare via a tutti i costi, dall’altra la società che, invece, fino a qualche settimana addietro lo riteneva al centro del progetto e che ora non intende cedere alla volontà del ragazzo, se non davanti ad offerte di un certo interesse che al momento non sono arrivate. Come finirà? Davvero complicato in questo momento riuscire a dare una risposta, l’unica certezza è che in questi quindici giorni che rimangono alla chiusura del calciomercato la Reggina cercherà un altro attaccante, mentre non è detto che Bianchimano riuscirà ad andare via.

M.F.