Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, Praticò: ‘Obiettivi precisi e idee chiare. Maurizi gran lavoratore’

Reggina, Praticò: ‘Obiettivi precisi e idee chiare. Maurizi gran lavoratore’

Prima uscita stagionale per la Reggina al S. Agata. Test contro una formazione di prima categoria che ha fornito comunque indicazioni interessanti su concetti di gioco ed individualità. Impegnato su più fronti come sempre, il presidente Praticò non ha visto moltissimo, apprezzando però la buona presenza di pubblico: “Sinceramente non ho visto moltissimo della partita. Mi fido di quello che ho sentito tra i pareri dei giornalisti e quello dei tifosi, fermo restando che il test era contro una formazione di prima categoria. A me interessa soprattutto che sin dalle prime uscite la squadra mostri volontà ed impegno, caratteristiche che vogliamo vedere per tutto il corso della stagione. Nel momento in cui ci siamo seduti a ragionare sul futuro, ci siamo posti degli obiettivi precisi. A costo di essere noioso e ripetitivo dico ancora una volta che il pareggio di bilancio è il punto fondamentale del nostro progetto e per raggiungerlo non mancheranno come sempre impegno ed enormi sacrifici. A qualcuno questo pare dia fastidio, ma basta guardarsi intorno per capire che ci vuole veramente poco per scomparire dalla mappa del calcio. Chiaro che insieme a questo il raggiungimento del risultato sportivo cammina di pari passo, perché una eventuale retrocessione significherebbe sparire comunque. Sugli obiettivi di mercato crediamo in linea di massima di aver raggiunto quasi tutti gli obiettivi, per motivi diversi che possono essere stati di lontananza o familiari qualcuno non è arrivato, ma basta leggere i giornali per capire che neppure le grandissime società spesso riescono ad arrivare a tutti gli obiettivi. Aggiungo che il mercato si conclude alla fine di agosto e quindi il tempo eventualmente per intervenire ci sarà, che siano ancora under oppure over. Sugli abbonamenti ci stiamo lavorando, vogliamo soddisfare ogni esigenza e per questo motivo si studiano soluzioni diverse per far si che possa essere soddisfatta ogni fascia. Il S. Agata per noi è fondamentale altrimenti la squadra non avrebbe dove allenarsi, allo stesso tempo rappresenta una parte importante dei costi. Stiamo cercando di metterlo nelle migliori condizioni dal punto di vista strutturale e dei campi. Maurizi è una persona serie e per bene, gran lavoratore e che si impegna tantissimo. Per quello che riguarda la valutazione tecnica, se lo abbiamo scelto è perché si è convinti delle sue capacità, fermo restando che poi sarà sempre il campo a dare ogni risposta”.