Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, Praticò: ‘Piedi per terra o si trovi chi può sostituirci. Dobbiamo qualcosa solo ai tifosi’

Reggina, Praticò: ‘Piedi per terra o si trovi chi può sostituirci. Dobbiamo qualcosa solo ai tifosi’

di Pasquale De Marte – Primo atto ufficiale della stagione 2017-2018 della Reggina. Al centro sportivo S.Agata è il giorno della presentazione del nuovo coordinatore dell’area tecnica Salvatore Basile e del nuovo allenatore Agenore Maurizi.

Tocca, però, al presidente Mimmo Praticò aprire le danze di un incontro con la stampa che assume contenuti roventi.

“Essere giunti – rivela il numero uno della società di Via Petrara – nell’ultimo campionato a due punti dai play off per andare in Serie B per noi è un motivo d’orgoglio. Soprattutto aver fatto tutto in soli dieci mesi da una mancata iscrizione e dal serio rischio di ripartire dalla Terza Categoria. Qualcuno ha fatto passare tutto quello che è stato fatto come un qualcosa di dovuto.  Per alcune persone è così, in tal senso le invito a mettersi al nostro posto e a metterci i propri soldi.  Eppure abbiamo visto quanto è lunga la fila di compratori per questa società, ad oggi il numero di soggetti interessati a rilevarla è pari a zero”.

E’ il solito fiume in piena Praticò nell’elencare le tante spese effettuate per assicurare iscrizione in soprannumero  alla Serie D, ottenere il ripescaggio e tutte le difficoltà per ottenere una fideiussione da trecentocinquantamila euro che, dalla prossima stagione, dovrà essere garantita da subito in contanti.

“Sfido – prosegue –  i signori che dicono che la squadra della stagione appena conclusa è stata fatta con quattro soldi a venire a visionare i conti. C’è tanta gente che ci impone di alzare l’asticella, ma qui non si è capito che c’è la necessità di stare con i piedi per terra. A chi non sta bene questa prospettiva il compito di trovare qualcuno che ci sostituisca restituendoci i soldi che abbiamo speso fino ad ora.  Se nulla dovesse accadere noi siamo pronti a ripartire con nuovi progetti. E se c’è qualcosa di dovuto è solo per i tifosi che amorevolmente ci seguono”.

“Per saldare le spettanze dela stagione 2016-2017  – rivela Praticò – questa società sta facendo enormi sacrifici. Non vogliamo rimandare queste pendenze economiche alla prossima stagione, perchè rischieremmo di accumulare  debiti fino a fallire e di prendere punti di penalizzazione.  Non vogliamo passare per quelli che hanno fatto fallire la Reggina e facciamo di tutto per rispettare le regole. Non è desiderato in questa società chi vuole fare business o sciacallaggio, almeno fino a quando ci sarà Mimmo Praticò. Meritiamo rispetto, perchè fino a quando potremo ogni sacrificio possibile sarà fatto”.