Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, discussione aperta e trattativa per il Centro Sportivo S. Agata

Reggina, discussione aperta e trattativa per il Centro Sportivo S. Agata

“L’incarico per la quantificazione del valore totale dell’azienda Reggina Calcio, ivi compresi beni immateriali come marchio, simbolo, colori sociali, palmares e altro, è stato affidato all’architetto Massimo Lauria, il quale ha quasi concluso il proprio lavoro, ad oggi mancante solo di piccoli dettagli di natura procedurale. Pertanto contiamo nel giro di poco di avere il dato effettivo per poter predisporre successivamente il bando dell’affidamento definitivo dell’azienda. La data di pubblicazione del bando non è stata ancora individuata e la Reggina 1914 ad oggi è regolarmente l’affittuaria dell’azienda fino al 30 giugno 2017. Qualora per motivi di interesse della procedura fallimentare si dovesse optare per ritardare il bando, si potrebbe verificare un’eventuale proroga del fitto d’azienda, ma ripeto, stiamo facendo solo delle ipotesi, visto che la finalità ultima della procedura fallimentare è quella di ottenere il massimo possibile dalla liquidazione dell’intera azienda per la soddisfazione dei creditori”. Questa l’ultima intervista realizzata da strill con il curatore della Reggina Calcio il dottore Fabrizio Condemi, era il 23 marzo scorso. Da allora vi sono stati diversi incontri tra la stessa curatela ed il presidente della Reggina 1914 Mimmo Praticò. Ancora nessuna ufficializzazione sulla quantificazione del valore totale dell’azienda Reggina Calcio, che rimane in fitto fino al prossimo 30 giugno 2017. Oggi la scadenza è alle porte e rappresenta uno dei primi passi verso la programmazione della prossima stagione per la società amaranto. Messa alle spalle la preziosa salvezza, sarà di fondamentale importanza riuscire a mantenere quella struttura per la quale per lungo tempo ne è stata richiesta la disponibilità. Il percorso di crescita e potenziamento della Reggina 1914 passa anche e soprattutto dalla possibilità di avere un impianto all’interno del quale prima squadra e settore giovanile possano svolgere in maniera adeguata la propria attività, punto fermo anche per Mimmo Praticò ed i suoi soci. Le trattative proseguono per un rinnovo del fitto, quello che si discute e dovrà trovare un punto d’incontro riguarda le cifre.