Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Calcio – Reggina, porte chiuse al S. Agata, per necessità e per scaramanzia

Calcio – Reggina, porte chiuse al S. Agata, per necessità e per scaramanzia

Un po’ per necessità ed anche per scaramanzia, la Reggina chiude in questi ultimi due giorni della settimana i cancelli del Sant’Agata. Zeman non vuole concedere alcun vantaggio al suo collega Erra nella preparazione dell’incontro che può davvero valere una intera stagione, in caso di successo gli amaranto metterebbero un sigillo serio alla permanenza nel campionato di Lega Pro. Il tecnico valuta le condizioni generali del gruppo che si trova ad affrontare la sua terza gara nel giro di otto giorni, ma con ogni probabilità nulla cambierà nell’undici titolare, visti i risultati delle ultime due gare. E nonostante le sue dichiarazioni sul difensore Cucinotti, prezioso soprattutto in occasione delle gare interne, dopo la superba prestazione di Taranto, intoccabile la posizione del centrale De Vito. La scaramanzia, invece, è legata all’unico intermezzo delle ultime settimane con le sedute a porte aperte, nei giorni che hanno preceduto il match con la Vibonese, una delle partite più brutte giocate dagli amaranto in questo scorcio di stagione.