Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Schillaci a Reggio, i reggini non gradiscono: “Ci fece il dito medio”

Schillaci a Reggio, i reggini non gradiscono: “Ci fece il dito medio”

Totò Schillaci, per l’Italia tutta, è quello delle “Notti magiche”. I suoi occhi spiritati fanno parte della storia dei Mondiali e di tutta Italia.
Si tratta, dunque, di un personaggio di livello internazionale, invitato per presenziare a diversi eventi in città tra cui l’inaugurazione del carcere ad un evento dedicato alla legalità.
Ma a molti reggini l’invito non va giù. Totò Schillaci (leggi qui la sua intervista), infatti, è una bandiera del Messina con 219 presenze e 61 reti in maglia giallorossa.
Ma non è il sodalizio con lo storico rivale dei tifosi amaranto a infastidire i calciofili della sponda calabra dello Stretto.
Nel campionato 1988-89, infatti, l’attaccante palermitano segnò una doppietta che, di fatto, privò gli amaranto di Scala della promozione diretta in Serie A poi persa allo spareggio con la Cremonese, arrivando in massima serie solo undici anni anni dopo.
In quell’occasione, al vecchio “Celeste”, Schillaci dopo la vittoria si rivolse verso i mille sostenitori della Reggina presenti al Celeste e abbastanza platealmente rivolse loro il dito medio.

Nessuno lo ha dimenticato.

Sono in tanti, dunque, a non aver gradito la scelta di invitare Schillaci a Reggio.