Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, G.Praticò sul modulo: “Meglio con il 3-5-2”. Ma come farà Zeman a Siracusa?

Reggina, G.Praticò sul modulo: “Meglio con il 3-5-2”. Ma come farà Zeman a Siracusa?

Il dibattito legato a Zeman ha monopolizzato gran parte dell’ultima puntata di ‘Reggina in rete’, appuntamento del lunedi in onda su ImmediaLive. Diversi gli interventi degli spettatori, che al presente Giuseppe Praticò chiedevano l’allontanamento del tecnico boemo. Il dirigente amaranto, sollecitato, ha fatto capire che difficilmente ci saranno ribaltoni in questa parte finale di stagione.

Il fuoco della discussione a quel punto si è spostato sul modulo, e il 4-3-3 tornato contro la Vibonese che ha insoddisfatto tutti, compreso Giuseppe Praticò. “Parlando da tifoso, devo dire che la squadra vista ieri non mi è piaciuta. Con il 3-5-2, mi sembra di aver visto una formazione più equilibrata”, il giudizio del dirigente amaranto. Già nel corso della ripresa, Zeman era tornato sui propri passi, inserendo De Vito e modificando il sistema tattico. Con il 3-5-2, l’allargamento di Cucinotti a coprire l’intera corsia destra, ha complicato i piani offensivi su quella fascia, considerate le caratteristiche dell’ex difensore dell’Hinterreggio. Con l’inserimento di Maesano e Bianchimano nel finale accanto a Coralli, la Reggina ha creato qualcosa, quando però era troppo tardi.

Quale modulo per Siracusa? Questo il dilemma che accompagnerà Zeman sino alla vigilia. Se il ritorno al 4-3-3 ha dato esito negativo, la scelta di passare nuovamente al 3-5-2 nasconde qualche complicazione.  Gianola infatti verrà fermato dal Giudice Sportivo, manca quindi il centrale destro al fianco di De Vito e Kosnic che permetta di formare la linea difensiva. Il nuovo impiego di Cucinotti l’unica opzione possibile, salvo ‘idee’ particolari del tecnico amaranto, come successo con Romanò schierato da esterno del centrocampo a 5.