Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, Zeman: ‘Diamo tutto senza calcoli. I tifosi? Un mio appello non cambierebbe nulla’

Reggina, Zeman: ‘Diamo tutto senza calcoli. I tifosi? Un mio appello non cambierebbe nulla’

Vigilia di una delle gare più attese della stagione per la Reggina. Ne ha parlato attraverso il consueto appuntamento con la stampa il tecnico degli amaranto mister Zeman: “Siamo consapevoli dell’importanza della gara e memori che all’andata ci furono più calci che calcio e non siamo disposti a prenderle anche domani. Saremo più avvantaggiati se riusciamo a giocare al calcio, giocare in casa ci dovrebbe dare maggiori garanzie in questo senso, ma questo non significa che non si dovrà lottare al pari dell’avversario. Non credo che un mio appello possa cambiare la decisione che hanno assunto i nostri tifosi, le leggi alcune volte tutelano i forti ed alcune volte vanno contro i deboli, l’inasprimento di alcune pene forse meriterebbe altre decisioni. Capisco la protesta, ma anche chi li giudica perché deve applicare una legge che esiste. Botta e De Francesco sono stati sempre presenti in allenamento. Se dovessi guardare il modulo dell’avversaria partirei male, dobbiamo preoccuparci degli altri si ma pensare soprattutto alla nostra identità. A prescindere dal modulo conta soprattutto l’atteggiamento che abbiamo avuto in tante circostanze e che domani non può mancare. Siamo preparati ad affrontare l’una e l’altra soluzione, con riferimento al cambio di modulo della Vibonese. Se diamo per scontato che i punti da conquistare siano quindici, vanno ottenuti in tutte le gare restanti e non necessariamente in casa. Gli scontri contro Melfi, Vibonese, Catanzaro e Taranto chiaro che siano più importanti degli altri. Noi vogliamo vincere e durante questi novantacinque minuti daremo il massimo e se non sarà così sarà solo colpa nostra. Fino a quando abbiamo benzina in corpo va usata tutta, senza calcoli o altro. Se la squadra non avesse avuto diversi cali di tensione avrebbe fatto sicuramente un altro campionato. Conoscere i risultati della altre non ci cambia nulla, perché sappiamo di dover vincere”.