Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Calcio – Reggina, sciopero del tifo. E se parlasse Coralli con i tifosi?

Calcio – Reggina, sciopero del tifo. E se parlasse Coralli con i tifosi?

Si avvicina il giorno della sfida. Il derby di Calabria tra la Reggina e la Vibonese, dal punto di vista storico non ha moltissimo da raccontare, ma per quello che riguarda le necessità di classifica di entrambe, è sicuramente tra le gare più importanti. Gli amaranto hanno il vantaggio di giocarlo davanti al pubblico di casa dove son riusciti a raccogliere ventuno dei ventisette punti totali conquistati. Quindi Granillo vero fortino e punto di forza per il raggiungimento dell’obiettivo, tenuto conto che si giocano soprattutto in riva allo stretto i match decisivi da adesso e fino alla fine della stagione. Ma con una eccezione rispetto al solito: ci potrebbe essere più pubblico rispetto alle recenti apparizioni per la promozione lanciata dalla società, quel settore nevralgico dello stadio, il cuore pulsante della tifoseria, sarà presente ma in maniera silenziosa. Hanno deciso così gli ultras in virtù degli ultimi avvenimenti e provvedimenti che hanno coinvolto qualcuno di loro e la decisione assunta appare irrevocabile. Ieri ci abbiamo provato con un accorato appello fatto attraverso le pagine del nostro giornale, oggi formuliamo una nuova proposta. E se fosse il capitano amaranto in persona a chiederlo? Se fosse proprio Claudio Coralli ad incontrare la curva cercando di convincerli a cambiare o modificare la protesta? Ricordiamo che in occasione della vittoria casalinga contro la Casertana, era stato proprio il capitano ad avvicinarsi ai tifosi della Sud per intonare quel bellissimo coro che per lungo tempo era stato interrotto. L’invito lo rivolgiamo alla società, che lo faccia proprio affinchè si riesca a trovare una soluzione. Perché non può essere un caso che, come detto in precedenza, 27 punti su 21, siano stati raccolti al Granillo.