Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, Porcino: ‘Siamo orgogliosi, nessuno ha dimenticato la gara con il Matera’

Reggina, Porcino: ‘Siamo orgogliosi, nessuno ha dimenticato la gara con il Matera’

La vittoria contro la Casertana ha consentito alla Reggina di rimanere in scia delle dirette concorrenti e soprattutto riportare serenità all’interno del gruppo. Un successo meritato che viene commentato dall’esterno reggino Toti Porcino, ospite della trasmissione Reggina in Rete in onda su Immedia Live: “E’ stata una bella vittoria, per tanti motivi, per la classifica, per il morale. Il mister ci fa lavorare molto, la mia fase di calo era naturale, adesso sto ritornando in forma e questo grazie al lavoro che ci fa fare il tecnico. Il nuovo modulo sta producendo dei frutti. Bangu in quella posizione esalta le proprie qualità che sono tante, anche la presenza di Bianchimano ci dà diverse soluzioni in fase offensiva, la difesa ha guadagnato molti centimetri con la presenza di De Vito. La mia posizione? Facendo il quarto di difesa hai maggiori pensieri offensivi, essendo uno che spinge molto sicuramente quello era il ruolo che mi piaceva meno, ho fatto bene nel 4-3-3, adesso sto continuando anche come quinto di centrocampo e dietro mi sento protetto da Kosnic. La qualità del nostro centrocampo è alta, ci sono buoni palleggiatori, quando si accendono loro la Reggina viaggia molto meglio. Strana la disamina del tecnico Tedesco della Casertana. Una serie di episodi credo addirittura abbiano danneggiato noi, come il rosso sul calcio di rigore non estratto, ritengo non ci abbia favorito per niente il direttore di gara. Essere un reggino e giocare per questa maglia mi riempie di orgoglio e mi dà anche qualche responsabilità in più. Per raggiungere la salvezza è necessario fare qualche vittoria anche fuori casa, non possiamo pensare di puntare solo a fare bottino pieno al Granillo. Doveva andare guarda caso alla Casertana, la mia ferma volontà ha fatto si che arrivassi alla Reggina, il DG Martino ha fatto poi il resto alla grande riuscendo a farmi diventare di proprietà della società amaranto. Siamo una squadra orgogliosa e nessuno ha dimenticato quanto successo in casa contro il Matera, lo ricordano i tifosi ma lo ricordiamo soprattutto noi. Sappiamo di dover affrontare una squadra arrabbiata, saranno importantissimi i primi minuti. Il coro con la curva? Volevamo fare il coro di inizio stagione con la nostra curva, Coralli ha provato a richiamare l’attenzione dei tifosi, poi si è dovuto avvicinare per farsi capire, un bel momento. I tifosi di Reggio ci incitano, ci sostengono, gli ultra nostri sono corretti e di grande civiltà”.